F1 Ferrari, il 2016 potrebbe iniziare ad Austin

16 ottobre 2015 – Nel prossimo GP del Texas la Ferrari forse porterà importanti aggiornamenti alla monoposto rivolti alla ricerca di competitività già in ottica 2016. Nuovo basamento e innovazioni alla MGUK, la sfida alla Mercedes potrebbe iniziare da qui.

Alla fine del mondiale mancano ancora 4 gare, il campionato costruttori ha già un vincitore e quello piloti attende  solo che sia la  matematica a laureare Hamilton di nuovo campione. Tutto sembrerebbe scorrere verso i titoli di coda ma per la Ferrari potrebbe non essere così. Questi ultimi 4 GP avranno una duplice valenza in quel di Maranello, battere almeno una Mercedes e utilizzare già ora in gara su una “monoposto laboratorio” – probabilmente quella di Raikkonen – soluzioni 2016.

Vettel su Rosberg

vettel_rosbergLa sfida Ferrari a Mercedes è anche psicologica. Hamilton lo sa e ha già scelto in Vettel l’avversario da battere tagliando fuori Rosberg (almeno a parole ndr.). La Ferrari, con la sua SF15-T da qui a fine stagione può e deve provare a difendere il secondo posto nel mondiale di Vettel (proprio su Rosberg) per dare forse anche ragione ad Hamilton e lanciare quel duello uomo contro uomo che tutti speriamo si prospetti in pista dal prossimo marzo. Il secondo posto in classifica generale inoltre vale parecchi ritorni economici poi spendibili  nello sviluppo della monoposto. Ottenendolo, la Ferrari potrebbe anche dimostrare di poter battere subito almeno una delle due frecce d’argento, centrando un obiettivo nemmeno immaginabile ad inizio anno. Rosberg ha certamente corso una stagione sottotono, a volte è stato molto sfortunato, ma la costanza di rendimento di Vettel abbinata all’affidabilità della SF15T meritano appieno la posizione occupata in classifica. Mantenerla fino alla fine per  la Ferrari sarebbe un grande successo, soprattutto per il morale del team.

Nuova Power Unit?

motore_v_mercedesProprio ad Austin potrebbe debuttare un  motore con un nuovo basamento ed una nuova parte ibrida. Impiegare queste componenti in gara utlizzando i GP rimanenti come dei veri e propri test sarebbe fondamentale. E’ la migliore opportunità per indirizzare ed affinare già ora lo sviluppo della macchina che correrà il prossimo mondiale. Si  dovrebbero guadagnare cavalli, soprattutto dalla parte elettrica, oltre che riuscire a ridurre gli ingombri generali della Power Unit. La questione ingombri è importantissima. Minimizzarli servirà a rendere la silhouette posteriore della SF15-T molto più rastremata. Un retrotreno più snello non può che aumentare la quantità d’aria sull’ala generando più carico risolvendo così una delle maggiori criticità della monoposto attuale.

Raikkonen tester

uungheriaraikkonen2015Se da una parte Vettel dovrà contare sull’ affidabilità per mantenere la seconda piazza in classifica generale dall’altra parte del box forse sarà la monoposto di Raikkonen quella su cui si concentreranno gli esperimenti. Kimi Raikkonen con il rinnovo del contratto si è messo a completa disposizione del team, quindi eventuali noie derivanti dall’ impiego di materiali nuovi  dovranno esser visti come  un percorso di crescita e selezione di soluzioni possibili da parte della squadra e non come intoppi. L’importanza di Raikkonen e del suo rendimento di prestazioni nei restanti GP sarà ancor più del solito di primaria importanza. Sarà importante valutare il comportamento in gara della SF15-T aggiornata, errori di guida o di eccessiva foga non dovranno più esserci, la monoposto deve percorrere più Km possibili.

Alessandro Francese
Alessandro Francese
Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Ultimi articoli

3,745FollowersFollow
1,110SubscribersSubscribe
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com