F1 La McLaren avrebbe un secondo di potenziale inespresso

16 Luglio 2015 – Secondo Boullier, la McLaren ha un potenziale inespresso addirittura stimabile in qualche secondo. La vettura tornerà ad alti livelli, a Woking ne sono convinti. 

Per il team principal della scuderia di Woking, i problemi alla parte elettrica del motore stanno frenando moltissimo la vettura: la scarsa affidabilità della Power Unit nipponica non permette di usare i cavalli in più dati dalla parte elettrica nei rettilinei in tutti i giri della gara. Anche l’erogazione è uno dei punti deboli di cui i piloti si stanno lamentando: a detta loro risulta troppo brusca e non facilita la guida.

Secondo Boullier, se si riesce a risolvere questi problemi le prestazioni della vettura potrebbero migliorarsi di circa un secondo e potranno lottare addirittura per il podio nelle ultime gare della stagione. L’analisi del manager francese però è molto distante da quella fatta dai piloti. Sia Alonso che Button, infatti, hanno più volte ribadito che questa stagione è utile solo come test per farsi trovare più pronti il prossimo anno. Sembra quasi impossibile che risolvendo alcune criticità alla power unit si possa guadagnare un secondo così facilmente.

Queste affermazioni azzardate forse servono per calmare gli animi all’interno della scuderia e aiutare la McLaren a trovare il tanto agognato main sponsor che porterebbe importanti risorse da investire nel migliorare la vettura, che come telaio, sempre secondo il Boullier, è quasi al livello di Mercedes. Probabilmente, però, non è proprio così performante: se guardiamo a Silverstone i due piloti di Woking avevano un ritardo, in qualifica, di 2.7 secondi dalla casa di Stoccarda. Tutto ciò non può essere solo causa del motore.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.

Lascia un commento