F1 Ferrari: Rossa a metà. Vettel 3°, Raikkonen out

15 marzo 2015 La Ferrari a Melbourne mantiene le promesse fatte nei test dimostrandosi un mezzo tecnicamente valido, la prima forza dietro alla Mercedes. Vettel centra il podio al debutto, delusione per il ritiro Raikkonen.

di Alessandro Francese

Lo start

Le due rosse scattano bene, Raikkonen meglio di Vettel il quale però alla prima curva forza la staccata prendendosi qualche rischio nei confronti del compagno. Il finlandese chiuso dal tedesco non trova spazio e rimane intrappolato nel traffico. Toccato al postriore da Sainz il Ferrarista pare in difficoltà, rimane in folle per qualche metro e si ritrova in ottava posizione.

La gara della Rossa

Indipendentemente dalla posizione le due Ferrari mostrano un passo gara talvolta vicinissimo alle due Mercedes (quando le Mercedes gestivano il vantaggio).  Questa è la conferma che cercava la squadra al di là del risultato finale frutto di episodi di corsa. Vettel con un’ottima strategia del muretto riesce a scavalcare una buona Williams che dopo il sorpasso ai box non impensierirà più il tedesco. Raikkonen vittima al via di una partenza sfortunata a differenza della scorsa stagione non si addormenta nelle retrovie e ci mette del suo per compiere qualche sorpasso e provare a inseguire Massa.

Solo la sfortuna, la quale generalmente colpisce una volta, lo ferma per ben due volte ai box. Alla prima sosta perde quasi 8 secondi per il dado della posteriore destra che non vuole avvitarsi, alla seconda riparte senza che la stessa ruota sia stata avvitata correttamente. E’ la fine della sua gara, i meccanici prontamente segnalano l’accaduo al muretto che blocca Raikkonen invitandolo a parcheggiare a bordo pista la sua Ferrari. Una leggerezza che alla Ferrari non deve accadere. Una leggerezza che compromette una buona corsa di un finalmente ritrovato Raikkonen

Podio al debutto

Comincia bene l’avventura del 4 volte iridato Vettel in Ferrari. E’ autore d una corsa pulita senza nessuna sbavatura e viene guidato dal box con una strategia perfetta che gli permette di trovare un podio fondamentale senza dover combattere con un agguerrito Massa.

Se come detto, pare che l’avventura in rosso di Vettel sia partita positivamente, resta la sensazione che la Ferrari si sia tenuta un po’ sul conservativo ma anche che la Mercedes nel complesso e’ ancora lontana. Di positivo c’é un passo gara talvolta vicino a quello delle frecce d’argento. Da li bisogna riprendere e iniziare l’inseguimento.

La squadra luci ed ombre

Tutto sommato il livello di prestazione ottenuto in pista é buono, lontano dalla situazione disastrosa dello scorso anno ma non ancora ciò che alla Ferrari si chiede. A stonare il doppio errore ai box che ha fermato la monoposto di Raikkonen. La pistola pneumatica puo difettare una volta, una squadra come la Ferrari non può permettersi accada due volte sulla stessa monoposto. Tecnicamente la Ferrari ha mostrato un’ottimo potenziale con entrambi i piloti, sui dettagli c’é da lavorare


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna