F1 Ferrari “becca” ancora un secondo da Mercedes

05 febbraio 2015 – A valle della prima fase di test pre-stagionali, il divario della Ferrrari nei confronti dei campioni del mondo in carica sembra ancora considerevole.

Ieri sera sui canali Sky è andata in onda l’ultima puntata di approfondimento relativa ai test di Jerez. Non c’è molto da dire, i tifosi ferraristi hanno sicuramente un volto tendente al sorriso, visti i tre best-time delle rosse sui quattro giorni (senza contare che l’unico giorno in cui una SF15.T non è stata in cima alla lista dei tempi ha ceduto il passo ad una “cugina”, quella Sauber motorizzata Ferrari anch’essa).

Ma tornando alla trasmissione di cui sopra, appunto, a portare di nuovo i piedi dei ferraristi sulla terraferma c’hanno pensato Carlo Vanzini (prima) e Leo Turrini (dalle colonne del suo blog) i quali, con giustificata obiettività, hanno rilevato che il distacco delle Ferrari nei confronti della Mercedes si attesta ancora intorno al secondo al giro.

Della serie: i miracoli avvengono ma forse non è questo il caso.

Cercando di dare una breve analisi ai perchè ed ai per come di tali numeri, possiamo soltanto asserire quanto segue:

– di sicuro la Ferrari ha girato a Jerez con un quantitativo di carburante che non era quello delle W06 Hybrid, bensì decisamente inferiore (anche Lewis Hamilton, da sue dichiarazioni nel retro-box era sulla stessa lunghezza d’onda)

– la Mercedes, manco a dirlo, ha usato il 100% della trasferta andalusa per testare la propria affidabilità e per capire se il loro challenger del 2015 riesce a stare tutto insieme. Neanche una volta sia Rosberg che Hamilton hanno puntato minimamente alla prestazione sul giro.

Barcellona sicuramente sarà una cartina di tornasole più attendibile.
Appuntamento al 19 febbraio.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

One thought on “F1 Ferrari “becca” ancora un secondo da Mercedes

  • 08/02/2015 at 10:27
    Permalink

    Quindi il testacoda di Hamilton è avvenuto per noia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.