F1 | Scongelamento motori, la Honda attende la Befana
 

 


F1 | Motori, la Honda attende la Befana

Roma, 3 gennaio 2015 – Ancora cambiamenti al congelamento/scongelamento motori per il 2015. Se da una parte viene confermato lo sviluppo delle unità propulsive lungo l’arco della stagione, dall’altra arriva una doccia gelata in casa Honda che potrebbe essere “congelata” per tutto il 2015.

motori_williamsL’indiscrezione trapelata ieri è stata fornita da Autosport.com che ha reso pubblico il contenuto di un’informativa che Charlie Whiting avrebbe inviato ai team in cui viene confermata la possibilità di intervento sui motori a stagione in corso, (sempre mantenendo il limite di 32 gettoni), ma dove si farebbe presente l’intenzione, da parte della FIA, di “congelare” il motore Honda. Infatti secondo il delegato tecnico della Federazione, la Honda dovrebbe omologare un proprio motore come fatto dagli avversari il 28 febbraio 2014 e questo bloccherebbe quindi la possibilità da parte dei giapponesi di intervenire sulla Power-Unit a stagione in corso.

Honda Power Unit 2014Il ragionamento è quello che, Mercedes, Ferrari e Renault, nel corso del 2014 non hanno potuto sviluppare i motori, mentre il costruttore giapponese poteva operare, seppur teoricamente, “su carta” come voleva e scoprire come gli altri avevano architettato il proprio motore. Ora, invece, dovrebbe pagare lo “scotto” (pagato dagli altri lo scorso anno) di essere un nuovo costruttore. La FIA infatti considera che ogni eventuale nuovo motorista debba omologare il propulsore entro l’inizio della stagione, come è stato per i suoi avversari nel 2014. Questo potrebbe compromettere, quindi, pesantemente la stagione della nuova McLaren-Honda.

Occhi puntati però ora al nuovo incontro dei team in programma il 6 gennaio prossimo. Per il giorno della Befana infatti è prevista una riunione che dovrebbe definire (se si troverà un accordo) il regolamento futuro in tema di motori. Sicuramente, alla luce delle nuove modifiche che penalizzerebbero la sola Honda, la riunione si prevede infuocata. Ron Dennis ed i suoi sicuramente proveranno a forzare la mano e non sottostare ad una omologazione che precluderebbe la possibilità al team inglese di essere, almeno a fine stagione, competitivo.

Dal nostro punto di vista, pur non essendo in discussione la logica dettata da Whiting, ciò che ci appare stonato in questa F1 è proprio l’intero regolamento che impone congelamenti e gettoni limitati. Se quanto deciso ai danni della Honda venisse confermato, si scoraggerebbe anche l’eventuale interesse di altri costruttori che potrebbero essere interessati alla F1. Certamente se gli sviluppi motoristici venissero liberalizzati aumenterebbero considerevolmente anche i costi, ma questo però potrebbe riportare intorno alla F1 quell’interesse che ultimamente è andato scemando e quindi portare ad un “ritorno” diverso e sotto altre forme.

Nell’attesa non resta che sperare in una saggia Befana…



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento