F1 | GP Brasile: Hamilton sbaglia, Rosberg approfitta e vince
 

 


F1 | GP Brasile: Hamilton sbaglia, Rosberg approfitta e vince

09 novembre 2014 – Nico Rosberg vince il GP del Brasile e riduce a 17 punti il distacco dal compagno Hamilton in vista dell’ultimo appuntamento tra quindici giorni. Il tedesco ha approfittato di un errore di Hamilton verso metà gara e adesso spera nel miracolo di Abu Dhabi e dei punteggi doppi. 

Le ore che precedono la quarantaduesima edizione del GP del Brasile sono minacciate dalla pioggia che, di fatto, non si concretizzerà in gara. Un tifo assordate accompagna l’idolo di casa, Felipe Massa, gli altri protagonisti alla partenza, che scorre via senza alcun problema.

Mentre i primi giri scorrono via con Rosberg che cerca di scappare via, subentrano subito i primi pit stop: i leader si fermano tra i giri 8 e 9 mentre il pupillo del pubblico, fermatosi un paio di giri prima, rimedia una penalità di cinque secondi per eccessiva velocità in pit-lane.

Mentre si fa viva la lotta ravvicinata tra le due Mercedes, i piloti partiti con le medie scalano la classifica grazie agli stop dei primi, così che Alonso si ritrova oltre la zona punti a combattere con le due Red Bull dietro di lui. La lotta ravvicinata è bella, e sarà un po’ il leitmotiv della gara dello spagnolo. Alonso e Vettel, in particolare, si trovano a pari punti in classifica mondiale e ci tengono a dare il meglio.

I secondi pit stop si hanno già a partire dal 25 esimo giro ed è proprio in vista di ciò che Hamilton, spingendo al massimo, commette un errore perdendo la macchina in curva 4 e compiendo un mezzo testacoda. L’inglese regala così oltre sei secondi al compagno ed è costretto a ricostruire tutta la sua gara, votata al sorpasso sul compagno, un po’ come ad Austin una settimana fa.

GP BRASILE F1/2014Poco dopo metà gara si segnala l’uscita di scena di Ricciardo a causa di un problema evidente alla sospensione anteriore sinistra che ballava pericolosamente in rettilineo box, dove le vetture raggiungono le massime velocità. Intanto Felipe Massa e la sua Williams conducono sempre una gara attenta, precisa e atta a raggiungere il podio nonostante il problema della penalizzazione al primo pit. E mentre i giri passano, Hamilton prova a concretizzare la rimonta e si avvicina sempre più sul compagno leader della gara. Grande la pressione dell’inglese ma che non sfocerà nel sorpasso finale.

Senza nessun altro colpo di scena, Rosberg vince il GP del Brasile precedendo di poco il compagno di squadra. Felipe Massa e la sua Williams sono terzi ma è da segnalare l’ottima prova di Jenson Button e della McLaren, giunti in quarta posizione.  Ferrari sesta e settimana, protagoniste nel finale di un duello quasi fratricida in cui Alonso ha sopravanzato Raikkonen non senza faticare. Il finnico ha girato per trentadue giri sulla stessa gomma e ha combattuto apparentemente ad armi pari contro il compagno di squadra, dimostrazione di un feeling crescente con la vettura.

L’ordine di arrivo del GP del Brasile 2014 : 

Pos Driver Team Laps Time/Retired
1 Nico Rosberg Mercedes 71 Winner
2 Lewis Hamilton Mercedes 71 +1.4 secs
3 Felipe Massa Williams-Mercedes 71 +41.0 secs
4 Jenson Button McLaren-Mercedes 71 +48.6 secs
5 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 71 +51.4 secs
6 Fernando Alonso Ferrari 71 +61.9 secs
7 Kimi Räikkönen Ferrari 71 +63.7 secs
8 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 71 +63.9 secs
9 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 71 +70.0 secs
10 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 70 +1 Lap
11 Daniil Kvyat STR-Renault 70 +1 Lap
12 Pastor Maldonado Lotus-Renault 70 +1 Lap
13 Jean-Eric Vergne STR-Renault 70 +1 Lap
14 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 70 +1 Lap
15 Sergio Perez Force India-Mercedes 70 +1 Lap
16 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 70 +1 Lap
17 Romain Grosjean Lotus-Renault 63 +8 Laps
Ret Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 39 Suspension


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento