F1 | Mercedes vicina al disastro Rosberg a podio, Hamilton out
 

 


F1 | Mercedes vicina al disastro Rosberg a podio, Hamilton out

Montreal 9 giugno 2014 – Nella gara piú bella del mondiale è Daniel Ricciardo a mettere tutti in fila, secondo Rosberg, terzo Sebastian Vettel.

È stata una gara stupenda quella che si è appena conclusa sul tracciato Gilles Villeneuve a Montreal. Una gara che doveva essere l’ennesimo monologo Mercedes, così non è stato.

Dopo una partenza con una piccola sgomitata, Rosberg ha provato a fare il vuoto senza riuscirci, monologo della Frecce d’Argento per gran parte della gara. L’episodio da polemica si manifesta10321672_10152096717847411_1022637928630915843_o all’ultima staccata prima della chicane: Rosberg andando al bloccaggio, taglia la chicane guadagnando qualche decimo su Hamilton. Azione non sanzionata dalla FIA. Nonostante un problema alla power unit al 38. giro, per entrambe le vetture, il ritmo resta buono.

Il colpo di scena si presenta al 47 giro, dopo il secondo pit stop, Lewis Hamilton riesce a sorpassare il compagno, prima posizione che dura pochissimi chilometri; l’inglese, infatti, alla staccata prima della chicane blocca la posteriore destra, brake by wire e kers completamente in tilt e ritiro per Hamilton.

Tanta sfortuna per l’inglese che a fine gara commenta:

“Ho avuto un guasto ai freni e un problema di potenza. Oggi non abbiamo vinto solo per un problema”

È chiaro che senza il guasto tecnico, la storia poteva essere ben diversa.

Sorride a metà il sempre più leader Nico Rosberg, secondo posto finale e 22 punti di vantaggio sul compagno. Beffato solo sul finale da un formidabile Daniel Ricciardo. L’episodio che farà discutere almeno fino all’Austria è quel taglio di chicane ai danni di Lewis Hamilton che di fatto, ha fatto guadagnare decimi al tedesco.

Bella battaglia con Lewis, sono partito non bene, poi ho avuto u problema al pit stop ed è il motivo ero cui sono finito dietro, poi ho perso potenza, non so cosa sia successo e ho cercato di finire”

Vista la doppietta mancata a causa di problemi alla power unit di entrambe le vetture, la Mercedes dimostra di non essere invincibile. L’impressio, però, resta quella di un Mondiale che, senza complicazioni, sarà una continua lotta “argento”. Appuntamento in Austria.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento