F1 | GP Cina 2014: Top & Flop

23 aprile 2014 – Con il GP di Cina, il primo quinto di mondiale 2014 va in archivio e la F1 che si prende una pausa di tre settimane prima dell’approdo in Europa. Vi proponiamo di seguito qualche piccolo spunto di riflessione, in positivo e negativo, direttamente dal paese della grande muraglia.  


TOP

La dedica di Alonso: nel giorno del piccolo passo avanti della Ferrari, dal podio cinese è bello il gesto di riconoscimento dello spagnolo che dedica il risultato positivo a Stefano Domenicali. La riconoscenza è una dote non appartenente a tutti, meno che mai in uno sport cosi estremo e poco ‘umano’ come la F1.

Il premio di Lauda: il grande campione austriaco ha voluto premiare la terza vittoria consecutiva di Lewis Hamilton con un regalo molto speciale, un dono che lo stesso Lauda ha definito come “un qualcosa che i soldi non possono comprare”: un bel volo di ritorno dalla Cina a bordo di un Bombardier Global 5000 comandato direttamente dal suo ‘presidente’. Non c’è che dire, un privilegio per pochi nel giorno in cui l’anglo-caraibico ha eguagliato il numero di vittorie di Lauda stesso. 

FLOP

Il fine gara: non si è ben capito da chi sia venuta l’iniziativa di sventolare la bandiera a scacchi un giro prima di tutti, però questi piccoli episodi dimostrano che la Cina sarà pure uno dei mercati di auto più prosperi del mondo, ma ci vuole ben altro per essere conoscitori e degni ospitanti di una gara di F1. E questo vale non solo per l’organizzazione cinese, sia ben chiaro.

I guai della McLaren: praticamente assente per tutto il weekend, il team di Woking attraversa davvero un brutto periodo. Barcellona sarà una cartina tornasole per le aspettative di parecchi team, soprattutto per loro che parevano essere – almeno dai test – gli unici a poter contrastare il predominio tecnico Mercedes e vincere parecchie gare.

Il momento di Sebastian Vettel: da qui al prossimo appuntamento in Spagna si spenderanno fiumi di parole sul tedesco. Si parlerà delle sue doti di guida, del non più costante appoggio che il muretto gli riserva, dei problemi di adattamento all’ultima creatura di Newey, del rapporto con il nuovo compagno di squadra. Si dica quel che si dica ma guai a dare per spacciato uno come Vettel, alla quarta gara del mondiale tra l’altro. Nei prossimi giorni la nostra testata proporrà un articolo di approfondimento a riguardo.


hamilton_mercedes

Lewis Hamilton festeggia in Cina la sua 25esima vittoria in carriera

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento