F1 | I team preparano un ricorso contro la “butterfly” McLaren

6 febbraio 2014 – Secondo quanto dichiarato ieri sera da Ted Kravitz, noto inviato di Skysport.com, a Melbourne, primo GP della nuova stagione, molti team potrebbero presentare dei ricorsi ufficiali contro la nuova ed ingegnosa soluzione, soprannominata “butterfly” , presentata dalla McLaren.

_W2Q9002Il primo GP dell’anno della nuova era della F1 potrebbe essere teatro di una nuova disputa legale tra i team e i delegati tecnici della FIA. La sospensione posteriore ribattezzata “butterfly”della McLaren MP4-29, sotto osservazione ai test di Jerez, non ha affatto convinto i tecnici delle squadre avversarie. Secondo infatti il noto giornalista inglese i team avversari starebbero valutando l’ipotesi di presentare un ricorso ufficiale proprio una volta a Melbourne per il GP inaugurale.

Queste le sue parole: “Beh è legale. Sappiamo che il dipartimento tecnico della FIA, diretto da Charlie Whiting, lo ha accettato e giudicato regolare. Ma posso dire che ci sono parecchie altre squadre che hanno intenzione di protestare quando saremo alla prima gara. Le squadre possono andare da Charlie Whiting e chiedere, “qual è il tuo parere? Pensi che questo è legale?”  Ma Egli può solo esprimere un’opinione; non è l’arbitro finale su ciò che è, e non è legale. In passato, abbiamo visto, che il suo parere, a volte, è stato ribaltato.” 

I team infatti vorrebbero presentare un ricorso che evidenzi come la soluzione della McLaren sia contro lo spirito del regolamento in quanto parti che meccaniche che dovrebbero svolgere solo funzione sospensiva e non aerodinamica. (Ricordiamo infatti come anche i bracci carenati delle vetture debbano essere obbligatoriamente neutri aerodinamicamente). Dello stesso parere sembra anche lo stesso Ted Kravitz alla fine del suo intervento afferma: “Sono chiaramente un vantaggio aerodinamico, quindi è certamente in contrasto con lo spirito dei regolamenti”


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...