F1 | Red Bull, Horner: "C'è tempo per recuperare". Però...
 

 


F1 | Red Bull, Horner: “C’è tempo per recuperare”. Però…

Milton Keynes, 10 febbraio 2014 – A fronte della preoccupazione di Adrian Newey, tocca al team principal della Red Bull calmare le agitate acque nel team iridato. Ma i problemi restano.

horner“Abbiamo tutto il tempo per recupare, quanto visto a Jerez non deve spaventarci oltremodo”. Parola di Chris Horner, boss della Red Bull che predica calma e sangue freddo.

La mortificante debacle dei test spagnoli non ha scosso più di tanto Horner, convinto della bontà della RB10 e della capacità della scuderia di risolvere tutti i problemi per l’inizio del campionato.

Nessuno vuole un’alra Jerez. C’è un bel po’ da fare, ma c’è ancora tempo prima di Melbourne. Il test del Bahrein la prossima settimana è importante e tutti stanno lavorando davvero sodo”.

Il team principal dei “bibitari” spiega come i problemi con il motore Renault possano apparire più grandi di quello che realmente sono:

“Dobbiamo riordinare alcune cose, ma non niente di irreparabile. Queste monoposto sono talmente complicate che anche un piccolo problema può avere effetti devastanti. A Jerez non abbiamo praticamente girato per problemi di surriscaldamento al motore. Ma il problema non è poi così grave”.

Un’affermazione che forse cela una speranza. Ma il verdetto lo darà solo il cronometro. Intanto, checchè se ne dica, resta il fatto che la Red Bull RB10 ha girato meno di 100 Km, contro i 1368 di Mercedes e il migliaio di Ferrari e McLaren. E mille Km in meno, in fase di crescita, non sono una sciocchezza.

Per non parlare del capitolo Renault. I rapporti tra squadra e motorista, al di là delle dichiarazioni di facciata, restano tesissimi. La Red Bull potrebbe pagare lo svantaggio – esiziale in questa F1 2014- di non essere telaista e motorista.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...