F1 | Ecclestone: “La Formula 1 dei V6 è totalmente assurda”

Torino 31 gennaio 2014 – Con i primi test stagionali, siamo entrati in clima F1 2014, a tal proposito, Bernie Ecclestone ha rilasciato  a Sportsmail, dichiarazioni pesanti sulla nuova F1

Dichiarazioni che bocciano in pieno il nuovo regolamento tecnico di quest’anno. Tutti sanno che la nuova F1, quella dei motori V6 e dei musi allungati, forse i più brutti degli ultimi tempi, è difficile da capire, da spiegare e da “realizzare”. I primi tre giorni di test sono la prova, macchine in fumo dopo pochi giri e progetti forse errati da rivedere al più presto. Ecclestone ha così parlato polemizzando sulla scelta dei V6 (lui non approvava) e sulla nuova anima ecologica della F1.

“Guardate ciò che sta succedendo in questi ultimi giorni. Ho sempre detto che avremmo avuto questo, una farsa totale. La FIA e le squadre hanno insistito per avere questi nuovi motori. Ma se avessero voluto correre in questo modo, era meglio andare a Le Mans. Si parla di risparmio di consumo di carburante, ma non hanno bisogno di questi motori per raggiungere tale obiettivo. Se avessero voluto risparmiare carburante dovevano fare a meno di avere tanti camion che vanno in giro per tutta l’Europa. Mercedes ha 23 camion che la segue ovunque. Ecco, se avessero voluto risparmiare carburante, era lì che dovevano tagliare. – prosegue Bernie Ecclestone“La Formula 1, con questi motori, è diventata totalmente assurda. La gente vuole il rombo dei motori, qualcosa di speciale, che contraddistingue la categoria. E ora abbiamo motori silenziosi e ancora meno pubblico in pista”.
Parole e pensieri da tifoso per Ecclestone che rimpiange la vecchia F1, quella fatta di alte velocità e massima espressione delle tecnologie. Strano sentirlo dire che uno che voleva le medaglie al posto dei punti oppure delle “scorciatoie” in ogni pista per sorpassare le vetture lente ma, alla fine dei conti, Ecclestone non ha tutti i torti. La F1 depotenziata probabilmente perderà del fascino ma sicuramente cambierà una volta per tutte le gerarchie e i valori in campo. “La cosa buona è che la stagione potrebbe rivelarsi davvero interessante ed imprevedibile, è questa l’unica cosa eccitante.”

La palla passa alla nuova stagione che prenderà il via a partire da marzo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: