F1 | Ferrari a Jerez con due soluzioni al diffusore
 

 


F1 | Ferrari a Jerez con due soluzioni al diffusore

Jerez, 31 gennaio 2014 – Ormai è risaputo come il diffusore risulti essere uno degli elementi più importante per una vettura di F1, e ad Jerez la Ferrari comincia proprio una comparazione tra due soluzioni già pronte per la F14-T

Dopo i primi due giorni di test per Raikkonen già nella giornata di ieri, con il debutto in pista di Fernando Alonso, la Ferrari ha testato una seconda versione di diffusore posteriore. Al momento a quanto ci risulta è l’unica squadra ad aver portato una doppia configurazione di diffusore in Spagna e questo fa certo ben sperare, visto che evidentemente oltre alla tanto decantata affidabilità, i tecnici in rosso già testano più soluzioni tra loro.

diffusore copia3

Nella comparazione tra i due elementi, sono evidenti le differenze tra i due diffusori. Il canale centrale (quello dello starting-hole) è più largo nella prima versione e più stretto nella seconda con le due paratie verticali più ravvicinate. Diversa anche la conformazione superiore nella zona centrale. Il primo infatti mostrava una curvatura a cucchiaio per favorire il passaggio dei flussi d’aria provenienti dalle pance, mentre nella seconda, si è mantenuto un andamento orizzontale ma alzando il labbro inferiore di uno dei due profili centrali sotto la struttura deformabile, ricavando in questo modo, ugualmente, un condotto di espulsione per i flussi d’aria. Differenze anche nella disposizione degli elementi verticali all’interno di esso ma mantenuto in entrambe le soluzioni il doppio gurney-flap per tutta la larghezza del diffusore.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

One thought on “F1 | Ferrari a Jerez con due soluzioni al diffusore

Lascia un commento