F1 | GP Gran Bretagna 2013 - Top & Flop
 

 


F1 | GP Gran Bretagna 2013 – Top & Flop

Silverstone, 01 luglio 2013 – Il Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone è stata una corsa che il vincitore, Rosberg, ha definito ‘pazza’. Cinque rotture di pneumatici, le accuse alla Pirelli, il caos in pista, il ritiro di Sebastian Vettel ed una Ferrari che partiva da favorita e ha disputato la gara peggiore dell’anno in termini di prestazione in pista.

TOP

  • Fernando Alonso e Lewis Hamilton: Forse sono i piloti più completi – come talento naturale e come visione di gara – che la Formula Uno ha avuto nell’ultimo decennio. Il primo compie una furiosa rimonta dallo start, aiutato si dal ritiro di Vettel ma ostacolato proprio dalla safety car causata da quest’ultimo. E’ un leone, e lo sa. La Ferrari dovrebbe assecondarlo di più. Discorso analogo per l’anglo-caraibico, privato di una quasi certa vittoria solo a causa della giornata funesta della Pirelli. Meriterebbero entrambi altre sorti.
  • Mark Webber: Una corsa dignitosa e consistente quella dell’australiano che ha annuciato il ritiro a fine stagione. Dopo una partenza brillante, Webber è stato pienamente assistito dalla sua Red Bull ed ha mostrato un passo veloce e costante che lo ha premiato con la piazza d’onore a pochi decimi dal vincitore. Domanda: se ci fossero stati un altro paio di giri?

FLOP

  • Pirelli: La vera e forse unica protagonista negativa del weekend è stata proprio la Pirelli. Inaccettabile e scandaloso ciò che si è visto in pista a Silvestone nella giornata di ieri. Cinque scoppi di pneumatici, tutti avvenuti nella apparente medesima maniera. La Pirelli sta giocando col fuoco, in quanto c’è in ballo la sicurezza dei piloti e la credibilità di uno sport sempre più al centro di polemiche e scandali. Gli incidenti di ieri sono inaccettabili e sconvolgenti. pirelli_ssoft
  • McLaren-Mercedes:  Niente da fare. Seconda qualifica consecutiva fuori dalla top-10 e seconda gara consecutiva fuori dalla zona punti. E’ un momento estremamente negativo per il team di Woking e, si pensa, che non finirà molto presto dato l’annuncio del proprio management riguardo lo spostamento degli sforzi sul progetto 2014 [clicca qui per approfondimenti].
  • Williams-Renault: Nel giorno delle celebrazioni del GP numero 600 per la scuderia inglese diretta da Frank Williams, l’unico garagista rimasto in Formula Uno, Maldonado e Bottas non riescono, ancora una volta, a brillare. Un discorso simile alla McLaren, insomma, frutto di una vettura nata male e sviluppata peggio. Il problema, in questo caso, è che non si vedono spiragli neanche a medio/lungo termine. Un team cosi non merita questi scenari.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento