F1 | Gomme Pirelli 2013, forse solo modifiche alle posteriori

Monaco, 22 maggio 2013 – Continua a non trovare una soluzione il caso delle gomme Pirelli 2013. Alcune voci, non confermate, parlano dell’eventualità che la Pirelli continui, vista l’impossibilità di trovare un accordo con i team, ad utilizzare la carcassa in acciaio (versione 2013), altre di un possibile cambio solo delle gomme posteriori.

Cominciando da quanto pubblicato questa mattina dalla Gazzetta dello Sport, sembrerebbe che la casa milanese sia prossima ad un accordo con i team per la sostituzione delle sole carcasse delle gomme posteriori, lasciando invariate sia le mescole che l’intera gomma anteriore. Questa soluzione lascerebbe invariato il degrado delle gomme ed il conseguente numero di pit-stop previsto per le gare. Da superare, al riguardo, le resistenza di un team non precisato di metà classifica.

Ad opporsi infatti fino ad oggi ai cambiamenti delle gomme, sarebbero stati Ferrari, Lotus e Force India, i team che effettivamente avrebbero interpretato al meglio il comportamento degli pneumatici di quest’anno.

Altre voci, non confermate, riferirebbero invece della possibilità che la Pirelli continui con la stessa carcassa in acciaio e non applichi nessun cambiamento alle gomme. Di fatti i tempi si stanno accorciando, ed i team cominciano a premere per sapere come e quali specifiche cambieranno in vista del GP del Canada.

Il caso gomme risulta quindi ben lontano da una soluzione e sempre più diventa probabile che la decisione finale slitti di qualche altra settimana e quindi che si possa correre anche il GP canadese con le specifiche attuali.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento