venerdì, Settembre 30, 2022

F1 | GP Bahrain 2013 – Anteprima

ROUND 4/19 – 2013 FORMULA 1 GULF AIR BAHRAIN GRAND PRIX – Anteprima del Gran Premio del Bahrain, quarta prova del mondiale di Formula 1, che si corre domenica, 21 aprile 2013, nel deserto dell’isola del Bahrain.

Ad appena sette giorni di distanza dal GP di Cina e dalla prepotente vittoria di Fernando Alonso il circo della Formula 1 appoggia le ruote sullo scivoloso asfalto dell’isolotto del Golfo Persico. Finora abbiamo tre vincitori diversi nelle prime tre gare della stagione. Difficile che arriveremo ai sette della stagione precedente ma, per adesso, chi può dirlo? Intanto questo weekend comincerà già in salita per Webber e Gutierrez che avranno da scontare, rispettivamente, una penalità di tre e cinque posizioni in griglia di partenza.

Un momento di attenzione lo si deve obbligatoriamente dedicare agli aspetti legati alle proteste della popolazione locale che usa la vetrina del Gran Premio di F1 per reclamare, a gran voce, con proteste accese e neanche da poco tempo, i loro diritti fondamentali. Cose, queste, che non vorremmo mai vedere da nessuna parte.

Il Bahrain International Circuit è anch’esso un tracciato di nuova concezione, come il circuito malesiano e quello cinese e porta, tanto per cambiare, anch’esso la firma dell’architetto tedesco Hermann Tilke. Il disegno principale della pista misura 5.412 metri ma diversi collegamenti fra le curve rendono possibili ben sei differenti layout. Tra l’altro, l’edizione del 2010 si è corsa sul layout ‘Endurance’ di questo impianto per poi tornare al circuito tradizonale. Il principale problema della pista è rappresentato dalla enorme quantità di sabbia proveniente dal vicino deserto. Sabbia che rende l’asfalto estremamente sdrucciolevole. A proposito di asfalto: un aspetto che in pochi sanno è che il manto del circuito è stato ricavato da granito proveniente dal Galles – quindi materiale tutto europeo – per volontà della famiglia reale che ha commissionato i lavori.

Fronte pneumatici: Grosse novità comunicate dalla Pirelli. Inizialmente il costruttore italiano aveva pensato di portare le PZero Orange Hard e le PZero Yellow Soft. Invece è di oggi la comunicazione che c’è stato un importante cambio di programma. Cambio di programma avuto anche a causa delle forti lamentele – dal gruppo Red Bull in primis – arrivate a Milano a causa del repentino degrado degli pneumatici Soft avutosi nell’ultimo weekend cinese. Pirelli, a fronte di ciò, ha quindi adottato una scelta più conservativa portando nel golfo le PZero White Medium oltre che le confermate PZero Orange Hard.

Fronte DRS: Si va in controtendenza rispetto alla politica adottata finora dalla FIA anche a causa della conformità del tracciato asiatico. E’ prevista una singola zona DRS per questo circuito, posta esattamente sul rettilineo del box. Il detection point, invece, è appena alla fine del rettilineo precedente.

59221445

Nome del circuito: Bahrain International Circuit
Prima corsa sull’attuale tracciato: 2004
Numero di giri: 57
Lunghezza del tracciato: 5.412 km
Distanza di gara: 308.238 km
Record sul giro: 1:30.252 – M Schumacher – Ferrari – 2004

  
  

Francesco Svelto
Francesco Svelto
Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe