F1 Ferrari vuol pressare le Frecce d’Argento

06 Maggio 2015 – In questo weekend si corre il primo GP europeo sul circuito del Montmelò, la Ferrari può riprendere la sua rincorsa alla Mercedes. Il circuito spagnolo è il primo vero banco di prova per il proseguo della stagione, chi va forte qui va forte su tutti i circuiti.

Di Alberto Murador

 

Si percepisce un clima di cauto ottimismo a Maranello per il weekend del GP di Spagna al Montmelò. A distanza di tre settimane dalla corsa del Bahrain la Ferrari ha avuto modo di sviluppare aggiornamenti alla monoposto (come gli altri team) per cercare di recuperare il gap nei confronti della Mercedes. Con il nuovo pacchetto aerodinamico la SF15-T dovrebbe avere un guadagno di circa tre decimi in termine cronometrico, tuttavia è ovvio che i rivali della Mercedes non sono rimasti fermi con lo sviluppo della monoposto.

Nel frattempo Toto Wolff ha affermato di essere contrario alla possibilità che la Ferrari conceda l’uso della propria galleria del vento al neo team di Gene Haas. Questa affermazione di Wolff fa capire che in Mercedes non sono più così tranquilli come nel 2014, quando gli unici problemi che dovevano gestire erano i conflitti interni tra i loro due piloti.

Oramai è palese che quest’anno sarà una sfida tra i due grandi costruttori Mercedes e Ferrari, chi riuscirà a sviluppare meglio la monoposto nel minor tempo possibile vincerà. Il team di Maranello tra l’altro può contare sulla possibilità di utilizzare più gettoni per lo sviluppo della power-unit rispetto ai rivali tedeschi. Con lo step evolutivo aerodinamico che la Ferrari introdurrà qui a Barcellona assieme all’evoluzione della power-unit che verrà portata a Montreal, a Maranello potrebbero raggiungere se non addirittura sopravanzare le frecce d’argento.

Tuttavia bisogna sviluppare la monoposto con molta attenzione, perchè stravolgendo troppo la vettura si potrebbe rischiare di andare fuori strada, vanificando così l’ottimo lavoro sin qui fatto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".