F1 Alonso non ha avuto l’ok per correre

03 marzo 2015 – Emergono ulteriori, forti, dettagli sull’incidente di Alonso a Barcellona. Intanto lo spagnolo non ha avuto il benestare dei medici per correre il GP d’Australia. 

Fernando Alonso era incosciente al momento dell’incidente, questo è stato ufficializzato praticamente da Ron Dennis in una conferenza stampa la settimana scorsa al Montmelò, mentre era in corso la sessione finale dei test invernali.

Alonso privo di sensi, quindi, e la causa di tutto ciò è ancora da accertare ufficialmente. Quello che emerge in questi giorni, però, è che nel momento in cui lo spagnolo si risveglia in auto, era convinto di essere ancora un pilota della Ferrari. E non è tutto: sembra che lo spagnolo si sia sentito fortemente disorientato nel momento in cui i soccorritori abbiano provato a parlargli nella lingua madre mentre lui cercava di colloquiare in italiano. Non c’è che dire: l’incidente, la cui dinamica sembrava tutt’altro che violenta è stato decisamente più dannoso del previsto.

Intanto lo spagnolo ieri è stato a controllo medico in ospedale e per fortuna non sono stati riscontrate ulteriori conseguenze in seguito al botto. Ad ogni modo allo spagnolo è stata prescritta una pausa da qualsiasi attività legata alla F1 per tre settimane. In sostanza Alonso, qualora avesse anche il benestare FIA e decidesse di correre il GP d’Australia, sarebbe contro il parere dei medici spagnoli.

Poi c’è da analizzare proprio la questione relativa alla trasferta australiana: lo spagnolo, negli anni scorsi, era solito volare verso Melbourne circa un decina di giorni prima per assumere il fuso oceanico ed adattarsi al clima. Il tutto per ottimizzare al massimo le sue prestazioni in vista dell’evento iridato (non c’è che dire, Alonso è un perfezionista assoluto in certe cose). Adesso queste sono tutte cose che potrebbero recargli qualche fastidio quindi si starebbe valutando l’ipotesi di un arrivo abbastanza ritardato per poi avviare tutta la procedura medica FIA e decidere della partecipazione (o meno) soltanto all’ultimo minuto. Una bella grana, senza alcun dubbio.

La partecipazione di Alonso al primo GP del 2016, quindi, è in forte dubbio e come se non bastasse soltanto l’argomentazione fisica, a destare preoccupazione è anche l’aspetto puramente emotivo, con Alonso che pare abbia chiesto un dossier dettagliato a McLaren e Honda riguardo il suo incidente. Finché anche lo stato umorale e psicologico di Fernando non ritorna a livello ottimale, potremmo non rivedere lo spagnolo a bordo della MP4-30 ancora per qualche tempo.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

One thought on “F1 Alonso non ha avuto l’ok per correre

Lascia un commento