F1 La power unit per Spa-Francorchamps

Venerdi 21 Agosto – Siamo al termine della pausa estiva, finalmente è il momento di riaccendere i motori. Questo weekend si girà sulle mitiche strade Belghe, a Spa-Francorchamps. Analizziamo il tracciato dal punto di vista della Power Unit.

di Salvatore Fusco  

2000px-Spa-Francorchamps_of_Belgium.svg

Il tracciato:  Il circuito di Spa Francorchamps è probabilmente uno dei test più intensi per la power unit, la percentuale di tempo del giro che si percorre a tavoletta, è molto simile a quella di Monza, ma le variazioni altimetriche  e la notevole lunghezza di circa 7 Km intensificano il carico sulle componenti.

ICE&Turbo: Ben 73 secondi del giro vengono percorsi con l’acceleratore al 100% è il numero più alto del mondiale. Il primo e il terzo settore vedono quindi un forte impegno dell’unità termica che è sollecitata al massimo dei suoi regimi. Le differenze altimetriche sono rilevanti, basti pensare che i due punti opposti del primo settore, Source e Les Combs hanno una differenza altimetrica rispettivamente di -40 e +80 m. Ciò influisce sul consumo del carburante per un buon 5%.

La risposta del turbo è fondamentale, e il delay tra l’attuazione dell acceleratore, e la risposta del turbo è quantificato, secondo stime Renault, in 0.2 secondi, avere un delay il più possibile vicino allo zero da al pilota più controllo, e fa guadagnare tempo, sopratutto nei settori in cui si parte relativamente da fermi.

MGU-K: Le grandi velocità che si raggiungono su questo tracciato, devono per forza culminare in grandi frenate, ed è per questo che la quantità di energia recuperabile dall’ mgu-k è enorme. Ovviamente i migliori punti di recupero sono in corrispondenza delle frenate, Bus stop, Source, e ingresso del complesso Les Combs sono, in ordine, i punti con maggior recupero.

MGU-H: È il settore due invece quello dedicato al motogeneratore termico, nello specifico, il maggior recupero si ottiene in curve come la Pouhon e la Fagnes . Ottenere grandi quantità di energia, senza sacrificare reattività ed elasticità nella risposta della turbina sarà uno dei punti chiave per ottenere un buon tempo sul giro.

Scala stress componenti dove 1 è il minimo, 5 il massimo.

Motore a Combustione interna/Turbo: 5 MGU-K: 4 MGU-H: 3 Batterie: 5 Consumo carburante: 5 Recupero di energia: 5

Riepilogo componenti utilizzate

ICE Motore a Combustione interna TC Turbo MGU-K Motogeneratore Cinetico MGU-H Motogeneratore Termico ES Batterie CE Elettronica di controllo

Team Pilota ICE TC MGU-K MGU-H ES CE
44 Mercedes Lewis Hamilton 2 2 2 2 2 2
06 Mercedes Nico Rosberg 2 2 2 2 2 2
03 Red Bull Racing Renault Daniel Ricciardo 5 3 3 3 2 2
26 Red Bull Racing Renault Daniil Kvyat 5 3 2 2 2 2
19 Williams Mercedes Felipe Massa 2 2 2 2 2 2
77 Williams Mercedes Valtteri Bottas 2 2 2 2 2 2
05 Ferrari Sebastian Vettel 3 3 3 2 2 3
07 Ferrari Kimi Raikkonen 3 3 3 2 3 3
14 McLaren Honda Fernando Alonso 6 6 6 5 4 5
22 McLaren Honda Jenson Button 6 7 7 6 3 4
27 Force India Mercedes Nico Hulkenberg 3 3 3 3 2 2
11 Force India Mercedes Sergio Perez 2 2 2 2 2 2
33 Toro Rosso Renault Max Verstappen 5 3 3 3 2 3
55 Toro Rosso Renault Carlos Sainz 4 3 3 3 2 2
08 Lotus Mercedes Romain Grosjean 2 2 2 2 2 2
13 Lotus Mercedes Pastor Maldonado 2 2 2 2 2 2
28 Marussia Ferrari Will Stevens 3 3 3 3 2 3
98 Marussia Ferrari Roberto Merhi 4 4 4 3 2 3
09 Sauber Ferrari Marcus Ericcson 2 2 2 2 3 3
12 Sauber Ferrari Felipe Nasr 2 2 2 2 3 3

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento