F1 | Test Barcellona: Ancora nuove soluzioni per Mercedes

13 maggio 2014 – Durante la prima giornata di test collettivi a Barcellona ancora una volta la Mercedes protagonista. Non tanto per i tempi ottenuti ma per il continuo sviluppo tecnico con cui la W05 evolve.

Questa mattina sono state provate dal Lewis Hamilton due nuovi aggiornamenti, il primo riguardante l’impianto frenante posteriore ed il secondo riguardante un nuovo Monkey-Seat.

Su condotti di smaltimento del calore dei freni posteriori sono stati installati dei particolari elementi che ricordano le “ciminiere” installate da molti team sulle pance laterali.

Una soluzione che dovrebbe migliorare quindi l’estrazione del calore dai freni ma anche, grazie alla loro particolare forma, ricreare un profilo che migliori lo scorrimento dei flussi in una zona di particolare importanza come quella del retrotreno.

disegnoposteriore_mercedes

Sempre nella zona posteriore la seconda novità, quella del nuovo monkey-seat. Meno sqaudrato e con i piloni di sostegno allargati. I piccoli profili alari, invece, sono rimasti della stessa larghezza in quanto già erano al limite massimo consentito (200mm).  Non pensiamo però che questa sia una modifica apportata per consentire l’installazione del terminale sperimentale, di dimensioni maggiori, per il test della sonorità in programma in questi giorni. Probabilmente infatti per eseguire il test sonoro la Mercedes, se si fossero manifestati problemi di spazio, avrebbe tolto del tutto il Monkey. Quindi riteniamo che questo monkey-seat siastato testato proprio perchè ritenuto più efficiente dal punto di vista aerodinamico.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.