F1 | Tecnica: Ferrari fiancate e scarichi modificati

Singapore, 20 settembre 2013 – La Ferrari si presenta a Singapore con una soluzione già provata in passato sulle fiancate della propria F138.

Osservando infatti dall’alto la Ferrari, in questa foto scattata giovedì durante le alcune prove di pit-stop, si può vedere come sulle fiancate sia evidente un rigonfiamento.

ferrari_fiancate_singapore

Ad una prima occhiata sembrerebbe una novità, ma in realtà noi di F1Sport.it l’avevamo già segnalata in occasione del GP d’Ungheria di fine luglio. [leggi questo articolo] Infatti ci accrogemmo per primi di alcune modifiche interne ai terminali di scarico della monoposto di Maranello, in particolare ad alcune modifiche alle camere di risonanza di Helmholtz. Vedi foto sotto.

ferrari_hel_ungheria_

Queste modifiche ai terminali di scarico infatti modificarono e spostarono leggermente la posizione delle camere di Helmholtz, rendendo necessaria una modifica esterna delle pance della monoposto per ricavarne nuovamente lo spazio necessario per ospitarle. Nella foto sopra sono mostrate le configuarzioni scarichi di Monaco e Spagna, con lo scarico più accostato al telaio, mentre la versione del GP Ungherese  mostra una camera di Helmholtz più scostata e leggermente più lunga.  Sotto la comparazione fotografica esterna delle pance con modifica e le pance senza la modifica.

comparazione_pance_ferrari

Per conoscere ulteriori dettagli sulle camere di risonanza di Helmholtz vi rimandiamo a [questo articolo]

Ricordiamo che questa soluzione è stata provata nelle prove libere del Bahrain e riproposta poi al GP d’Ungheria, sembra che la Ferrari sia intenzionata ad utilizzarla nuovamente anche a Singapore.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento