domenica, Novembre 27, 2022

F1 | GP Canada: L’analisi degli aggiornamenti Ferrari

Montreal, 8 giugno 2013 – Molte le novità portate sulla Ferrari F138 in Canada e provate nei primi due turni di prove libere. I nuovi pezzi però non sono stati provati tutti insieme ed i piloti hanno alternato l’uso dei nuovi e dei vecchi, dando vita a configurazioni miste.

Ad una prima analisi si potrebbe affermare che i nuovi aggiornamenti portati in pista a Montreal abbiano funzionato, visti i tempi fatti segnare sul cronometro dalle rosse di Maranello. Bisognerebbe però effettivamente sapere quali pezzi ed in quali istante sono stati montati e quali tempi hanno fatto ottenere. Infatti analizzando le foto si vede come sia Massa che Alonso abbiano provato ripetutamente sia i nuovi che i vecchi particolari. Questo spiega infatti anche le parole di Alonso che nel dopo libere ha detto: “Abbiamo portato qualche novità e dobbiamo valutare se sono andate bene o meno” considerando i continui cambi di configurazione è più che legittimo.

Ma vediamo nel dettaglio:

Prima modifica il musetto anteriore che come abbiamo ieri visto è stato modificato nella forma inferiore, con un leggero “gozzo di pellicano”. Rivisti anche i flap sul profilo principale dell’ala che piegano verso l’esterno della superficie alare.

front_wing

Cominciando da musetto su entrambe le monoposto dei due ferraristi è stato installato il nuovo muso con i piloncini di sostegno flap modificati, ma provando però due diverse configurazioni, una con il leggero “gozzo di pellicano” e deflettori arrotondati, l’altra senza “il gozzo di pellicano” ma con deflettori squadrati.

comp_nose

 

Stessa situazione per i due piccoli upper-flap sopra la superificie alare anteriore. Provati le due versioni alternando la vecchia e la nuova sia nel pomeriggio che nella mattinata. La nuova versione, a quanto pare, potrebbe servire a far flettere ancor di più l’ala. Spostando infatti una quantità maggiore d’aria all’esterno della superficie, questa verrebbe aiutata, alle alte velocità, ad abbassarsi verso il suolo.

comp_wing

 

La nuova forma delle carenature delle pance nella zona degli scarichi sono stati invece montati solo sulla vettura di Felipe Massa come possiamo vede da quest’altra comparazione. La nuova versione risulta più allungata verso il posteriore ed arriva a portare il getto dei gas di scarico più vicino al diffusore. Diversa per questo infatti anche l’inclinazione verso il basso. Questa nuova soluzione però non dovrebbe trovare ancora applicazione in gara, visto che in Ferrari è sembrata ancora in fase di studio, più volte infatti sono stati installati degli speciali sensori di rilevazione dati in quella zona.

comp_scarichi

 

In funzione proprio della configurazione di scarichi utilizzati sono stati installati i sidepods a ponte presenti infatti solo insieme alla configurazione dei nuovi scarichi. Di fatti lo scopo dei side-pod a ponte è proprio quella di aiutare lo scorrimento del flussi d’aria lungo le pance per raggiungere più velocemente e senza turbolenza la delicata zona degli scarichi motore.

ferrari_ponte


Antonio Granato
Antonio Granato
F1Tech JO -- Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk -- ex AZ Technical Engineer -- Contributor: http://ilfattoquotidiano.it and ChronoGP -- FIA accredited Twitter: @antoniogranato www.antoniogranato.com
3,668FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe