F1 | Mercedes, un fiume di aggiornamenti tecnici

27 febbraio 2014 – Per l’ultima sessione di test pre-stagionali la Mercedes porta in pista in Bahrain tantissime nuove soluzioni.

Dopo varie soluzioni alle pance laterali, al cofano motore e un nuovo monkey-seat, ora la Mercedes modifica anche il deflettore laterale della sua W05 ispirandosi alla soluzione adottata già dalla Red Bull lo scorso anno e confermata sulla RB10.

Il nuovo deflettore infatti sale verticalmente per poi congiungersi ad una delle alette verticali posta sopra le bocche d’ingresso dei radiatori.

delfettori_laterali

Provate nuovamente anche le due diverse soluzioni di smaltimento del calore già viste nelle precedenti sessioni di test. Una soluzione con un apertura più pronunciata al posteriore ed una soluzione più chiusa.

mercedes_post

Inoltre è stata portata in pista anche una soluzione nuova al diffusore che ha visto la comparsa di due profili verticali al centro dell’estrattore. Questi due profili verticali aiutano l’estrazione dell’aria dal condotto di soffiaggio a T

profili_verticali_diff_mercedes

Sicuramente il team più attivo durante questi test pre-stagionali e la Mercedes che nella giornata di oggi ha svolto un enorme lavoro di comparazione tra le nuove soluzioni portate. Uno di questi è il nuovo T-Tray che vede l’introduzione di uno stay (tirante finora era assente) sul piano del T-Tray per limitarne le deflessioni in fase di frenata della vettura, ed una diversa conformazione dei bordi del piano, modificati nel disegno per migliorare lo scorrimento dei flussi in quella zona.

diff_t-tray_mercedes_bahrain

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento

function checkLoginState() { FB.getLoginStatus(function(response) { statusChangeCallback(response); }); }