F1 | Come lavorano i gas di scarico Ferrari

Roma, 15 aprile 2013 – La Ferrari F138 è stata progettata con particolare attenzione alla definizione degli spazi, alla funzionalità ed alla efficacia del diffusore. Un particolare questo che nella passata stagione non ha subito funzionato come i tecnici del cavallino speravano.

A giudicare dalle prestazioni espresse, sia nei test invernali che in questa prima parte del campionato di F1 2013, sembra che la Ferrari abbia risolto le noie in quella zona e centrato un’ottima configurazione di funzionamento, garantendogli così, quel carico al posteriore, fondamentale per il raggiungimento di performance di rilievo.

Utilizzando la foto successiva, scattata durante alcune fasi delle prove invernali a Barcellona, volevamo mostrarvi il comportamento dei gas di scarico sulla zona del piano che accompagna i flussi al diffusore. Questo è possibile osservarlo grazie allo speciale liquido rilevatore applicato dai meccanici Ferrari nella zona interessata.

flussi_2 copia

In questa immagine possiamo vedere come i gas di scarico vengano indirizzati dalla “rampa” nel punto desiderato, cerchiato di giallo. In quel punto il rilevatore è uniforme e non mostra le righe più chiare delle altre zone. Questo indica che quel punto è investito da un forte getto d’aria ad alta velocità e pressione. Il getto poi impatta sulla piccola paratia verticale che impedisce ai gas, ad elevata temperatura, di investire la gomma posteriore. Questi, quindi, scorrono e si allargano a ventaglio per poi continuare la loro corsa verso la zona d’uscita del diffusore.

Interessante il “rigagnolo” evidenziato dalla freccia rossa che si crea anteriormente al punto d’impatto: da qui infatti, una modesta quantità di gas scivola verso l’esterno e viene raccolta ed eliminata dalle tre fessure create sulla parte esterna del piano davanti alla gomma. Questo ci aiuta anche a comprendere la funzione delle tre fessure che evidentemente hanno anche il compito di far passare nella parte inferiore del fondo questa parte di gas.

@antoniogranato


Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato