F1 | Cordovani: “È Sainz che in Ferrari tiene su la baracca”

Secondo Andrea Cordovani intervenuto ai microfoni di Pit-Talk, è Carlos Sainz a tenere in piedi la baracca in casa Ferrari. Poi il direttore di AutoSprint ha poi aggiunto che il problema a Maranello è che si tende a pensare troppo al futuro e non al presente...

F1 - Carlos Sainz (Scuderia Ferrari) in azione in Canada, Montreal, #CanadianGP (2024) Ph: Scuderia Ferrari via X

In F1 dopo il GP d’Austria dello scorso weekend è già tempo di tornare in pista per il GP di Gran Bretagna a Silverstone questo fine settimana. Il podio conquistato da Sainz ha permesso alla Ferrari di salvare il salvabile, ma è chiaro che a Maranello c’è la sensazione di aver smarrito la retta via. Dopo Montecarlo con la vittoria di Leclerc, la SF-24 ha mostrato notevoli difficoltà in diverse tipologie di circuito. Prima a Montreal, poi al Montmelò e domenica scorsa al Red Bull Ring.

Leclerc in azione al Red Bull Ring con la SF-24.
Credit by Scuderia Ferrari via X

Ora come ora la rossa in F1 sembra essere addirittura la quarta forza del mondiale, dietro a Red Bull, McLaren ed anche dietro alla Mercedes. E Leclerc sembra quasi essere demotivato, complice sia la scarsa competitività della Ferrari, ma anche la sfortuna che sta affliggendo il monegasco in questi ultimi GP. E se non fosse stato per Sainz domenica scorsa, sarebbero stati ben tre i GP consecutivi senza nemmeno un podio per il Cavallino.

Ora la domanda che viene da porci è questa: le due gare vinte dalla Scuderia sin qui hanno illuso forse troppo i tifosi della rossa? E se non fosse per i risultati conquistati da Sainz la Ferrari sarebbe ancora seconda nei costruttori? Sull’argomento è intervenuto Andrea Cordovani ai microfoni di Pit-Talk. Il direttore di AutoSprint ha affermato che è proprio lo spagnolo a tener in piedi la baracca in casa Ferrari, nonostante Sainz sia stato di fatto licenziato dal Cavallino…

Sainz in azione al Red Bull Ring.
credit by Scuderia Ferrari via X

“Se si va a valutare bene la situazione, Sainz è quello che ti sta tenendo su la baracca e che tu hai mandato via dopo averlo illuso di rimanere a Maranello. Quindi è una situazione difficilissima. È una situazione che non ti dico nell’immediato, ma che comunque sia dovrà chiamare Vasseur a delle risposte. Perché non è che basta il 2025 con Hamilton o comunque con questo Leclerc che ha talento nel dissipare il suo talento.”

E Cordovani ha poi aggiunto che Sainz si sta dimostrando un uomo squadra in Ferrari, nonostante lo spagnolo sappia già di essere fuori dal futuro del Cavallino in F1:

Andrea Cordovani, direttore di AutoSprint.

“In questa squadra ora come ora nonostante abbia già tutti e due i piedi fuori, e sia stato tradito, perché fino a novembre gli avevano detto sei te il futuro e tutto quanto… Sainz sta dimostrando di essere un uomo squadra. Qui non c’entra il disscorso Lewis Hamilton.. Sto parlando di un comportamento avuto nei confronti di un uomo squadra! Perché appunto lui (Sainz) è uomo squadra.

“Adesso lo si vede, perché Ferrari in difficoltà e Ferrari che dopo Montecarlo sta facendo fatica. Ed alla fine Sainz è quello che tiene sulla baracca! Perché Leclerc l’ha già dimostrato più volte nel corso degli anni; quando ci sono le situazioni di down fa fatica. Tende a sparire! Ed ha il talento per rovinare il suo grandissimo talento.”

Poi per concludere il direttore Cordovani parla di una Ferrari che in F1 pensa troppo al futuro, e non al presente:

Charles Leclerc e Carlos Sainz festeggiano sul podio del GP di Monaco.

Dopo Montecarlo cos’è successo? Che la Ferrari non riesce più a trovare questa retta via e ci dev’essere qualcosa no? Secondo me  il motivo è che molto probabilmente in questa squadra adesso si sta parlando un po’ troppo del futuro e non del presente. Fino a Montecarlo la Ferrari si è comportata bene in pista. Non dico che la Ferrari se la poteva giocare con la Red Bull, anzi con Max Verstappen fino in fondo. Ma quello che è successo alla McLaren, era quello che tutti noi ci aspettavamo accadesse con la Ferrari. E quindi sicuramente gli aggiornamenti che continuano a dire che stanno funzionando e tutto quanto, non stanno funzionando. O comunque stanno funzionando molto meglio alla McLaren ma anche alla Mercedes. È una situazione che lascia dei dubbi!”

Alberto Murador