domenica, Novembre 27, 2022

F1 | Ricciardo, che cuore in Messico!

Daniel Ricciardo porta punti importanti a casa per la sua McLaren. L'australiano è protagonista di una prestazione da urlo, nonostante la penalità di 10 secondi.

In Messico torna a ruggire Daniel Ricciardo che porta a casa una fantastica settima posizione e il titolo di pilota del giorno. Partito in undicesima posizione, il pilota numero 3, ha rimontato, con grandi sorpassi e un ottima strategia, fino al settimo posto. A complicare la sua gara, c’è anche la penalità inflitta, da parte dei commissari, per il contatto avuto con Yuki Tsunoda. Ricciardo nonostante i 10 secondi di penalità, è riuscito ad accumulare il distacco necessario per mantenere la posizione conquistata in pista.

F1- I tempi dei pit, in cui spicca la McLaren

Ad aiutare l’australiano ci ha pensato anche l’ottimo lavoro svolto da parte dei meccanici, che hanno effettuato il pit-stop più veloce della stagione in 1.98 secondi. La strategia, inoltre, è stata impeccabile. Egli ha girato per ben 44 giri su gomma media, per poi terminare la gara su mescola soft. La penalità ricevuta, risulta però un piccolo clamoroso controsenso da parte dei commissari. Nella scorsa gara, infatti, il contatto che impedì a Sainz di proseguire la gara, fu penalizzato con soli 5 secondi. Nel gran premio del Messico, Ricciardo, ha ricevuto il doppio della pena, con un si sbagliato ma di gran lunga minore rispetto a quello di Russell ad Austin.

https://twitter.com/F1/status/1586858486629031942?s=20&t=MK5j22u1MNB2nez-M6Uylw

Torniamo però alla gara e al campionato. I punti conquistati da McLaren, in Messico, hanno permesso di accorciare nella classifica costruttori. Il ritiro di Alonso, è stato molto importante ed ha favorito di fatto il team britannico. La lotta per il quarto posto risulta essere, a due gare dal termine, più aperta che mai. Dall’altro fronte però, Ricciardo, dimostra ancora una volta di poter fare la differenza. La sua avventura in McLaren sta per giungere ormai al termine. Questi due anni sono stati ricchi di alti e bassi che non hanno permesso all’ ”The Honey Badger” di mettersi in luce. A sole due gare dal termine, Ricciardo, è ancora senza un sedile per il prossima anno e, a meno di clamorosi ribaltoni, non dovrebbe riuscire a conquistarlo.

3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe