domenica, Novembre 27, 2022

F1 | Le possibili strategie del gran premio di Singapore

Dopo la pole position conquistata da Charles Leclerc, vediamo le possibili strategie che i vari team potrebbero adottare per il gran premio di Singapore. Attenzione all'incognita meteo.

Le bellissime qualifiche disputate in condizioni, in parte bagnate e in parte asciutte, hanno lasciato tante incognite su come sarà la gara di oggi. Le sessioni scorse si sono affrontate, eccetto le qualifiche, tutte sull’asciutto. Nel caso in cui la pista sia bagnata, il coefficiente di difficoltà di questa pista si alzerebbe notevolmente, più di quanto già non lo sia. Leclerc ha conquistato la sua nona pole position e dunque partirà dalla prima posizione, seguito da Perez e Hamilton. Solo ottavo Verstappen, a causa di un errato calcolo di benzina da parte del suo team. Vediamo le strategie del gran premio di Singapore.

F1- I temi di percorrenza della pit lane di Singapore

Le condizioni meteo restano molto incerte per l’orario di inizio gara. La percentuale di possibilità di pioggia resta ancora molto elevata. Importantissimo per i team valutare il tempo di crossover corretto ( tra gomma asciutta e bagnata), con un giro effettuato a circa ad 1 minuto e 52 secondi. La pista non si asciuga con molta rapidità a causa dell’elevata umidità e sopratutto infierisce molto il nuovo asfalto, da poco realizzato. Un fattore molto importante è anche la percentuale di uscita della Safety Car, durante le scorse edizioni, del 100%, potrebbe cambiare le carte in tavola. Il tempo durante un pit stop senza VSC e SC è di circa 28 secondi, a cui va aggiunto il tempo di sosta effettivo (in totale, circa 31 secondi). Il tempo è dimezzato, con Safety car o Virtual, a circa 15 secondi.

Vediamo cosi le possibili strategie del gran premio di Singapore. La Pirelli si presenta su questo tracciato con le mescole C3, C4 e C5. Le strategie presentate dal team fornitrice di pneumatici sono tre. La prima riguarda un primo stint di circa 22/28 giri con gomma media, ed un secondo con gomma dura fino al termine della gara. La seconda strategia per la gara, vede due soste. La prima parte di gara su gomma rossa, che viene cambiata al giro 14/20 per lasciar spazio alla gomma dura. Ultimo stint con gomma media intorno al giro 36. L’ultima strategia proposta, si avvale di una gomma soft che si scambia con la gomma dura intorno al giro 18/24. 

3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe