sabato, Ottobre 1, 2022

Sainz: in Ungheria nessuna gomma funzionava

Altra debacle Ferrari in Ungheria. Carlos Sainz ha dichiarato che nessuna gomma funzionava.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Doveva essere il GP di F1 del riscatto Ferrari, dopo la serie di errori fatti negli ultimi GP. Anche oggi dopo gli ennesimi errori dal muretto, il mondiale sembra che lo possa perdere solo la Red Bull. Mattia Binotto ha voluto soprassedere al problema gomme, dichiarando che la macchina in generale aveva problemi. Leclerc invece ha dichiarato che la macchina era ok e che la decisione diversa di andare con le hard lo ha penalizzato. E Carlos Sainz? Ai microfoni tv ha rilasciato le seguenti parole:

carlos sainz jr

“C’era qualcosa che non andava, con la macchina e le gomme. Eravamo velocissimi il venerdì, sabato non abbiamo dominato e con il freddo abbiamo fatto un bel passo indietro. Non andavamo con nessuna gomma, nemmeno con la soft. Non riuscivo a difendermi da Hamilton. I pit stop lenti mi hanno condizionato, potevo passare Russell. Dobbiamo migliorare e tornare dopo la pausa ancora più forti. La delusione è grande, dopo venerdì pensavamo di dominare ma sono cambiate le condizioni sia ieri che oggi. Non avevamo il passo, siamo stati superati. Io non mi trovavo per nulla, non me l’aspettavo. E’ stato davvero tutto strano.”

Carlos Sainz è rimasto senza parole delle prestazioni della monoposto. Si è lamentato del passo gara che non era all’altezza degli altri top team in pista. Ma non abbiamo capito bene, se fosse un problema di setting, gomme, pacchetto, oppure scelte tattiche. Fatto sta che lo spagnolo, sembra essere molto più in linea con il giudizio a fine gara dato da Binotto rispetto a Leclerc. Però alla fine dei giochi, il risultato finale di gara è stato Sainz P4, e Leclerc P6. A chi dovremmo credere? Probabilmente la verità sta un po’ nel mezzo. Leclerc è riuscito a guidare una macchina con un pessimo passo gara al meglio, e poi gomme, e scelte ai box hanno rovinato quella che doveva essere una facile doppietta in Ungheria. Sainz invece non ha mai avuto un buon feeling, ma scelte tattiche diverse lo hanno portato in quarta posizione.

Ormai non c’è più tempo. La pausa estiva lascerà che la Ferrari si leccherà le sue dita. Elkann ad inizio anno aveva dato una sorta di ultimatum. Ci saranno cambiamenti dopo la pausa estiva di F1? O si leccheranno solo le ferite? Si torna sempre al solito discorso. Dove sta la dirigenza Ferrari, beh se ci siete battete un colpo. Tutti i “tifosi” ringraziano.

Federico Caruso
Federico Caruso
Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe