FP2 Ungheria: Leclerc il più veloce, Mercedes lontana

dal nostro inviato a Budapest: Giuseppe Piccininni

F1 – La giornata del venerdì si conclude all’Hungaroring con una Ferrari in controllo. Ottime prove sia su gomma media che su gomma soft. Mercedes molto indietro rispetto al solito.

Una FP2 insolita, che vede la Mercedes faticare tantissimo su gomma media e trovarsi distante anche su gomma soft. Probabili problemi di assetto per la W13, che non hanno permesso ai due alfieri d’argento di portare a casa dati utili o positivi. La monoposto pare essere piuttosto instabile. La Ferrari continua sulla scia di questa mattina, con un ottimo passo gara su gomma media e veloce sul giro secco. Sia Red Bull che Ferrari sono giù di motore.

Davanti a tutti c’è Leclerc, che prepara il colpo per la giornata di domani, alle sue spalle Norris e Sainz, staccato Verstappen, quarto. Carichi di lavoro simili per Red Bull, Ferrari e Mercedes.

La sorpresa di giornata resta la McLaren che però soffre molto il passo gara. Sul giro secco sembra aver trovato la quadra mettendo entrambi i piloti in top 5. Faticosa l’esperienza ungherese fin’ora per Perez che viaggia lontano dai suoi diretti rivali, sia sul passo gara che sul giro cronometrato.

Ferrari sulla simulazione qualifica si conferma la più veloce e la più performante nei primi due settori. Come visto durante l’FP1, la rossa è molto competitiva su questo tipo di circuiti ad alto carico. A spiccare in top 10 è Sebastian Vettel, che sembra far funzionare gli aggiornamenti portati all’Hungaroring, mettendo a segno un gran giro veloce.

I piloti lamentano ancora problemi di impeding tra loro, una problematica che in vista della possibile pioggia di domani, potrebbe creare tanti grattacapi in qualifica.


Giuseppe Piccininni

Graduated Computer Science student. F1 JO. Articolist for F1sport.it Twitter: @MasterOfPeppe