domenica, Settembre 25, 2022

Scalabroni: Degrado gomme RedBull? “Colpa della mancanza di CV”

Nella scorsa puntata di Pit Talk abbiamo parlato con l’Ingegner Enrique Scalabroni e abbiamo cercato di capire quali possono essere state le cause che hanno generato, sulla Red Bull, quell’incremento di degrado gomme che hanno danneggiato Verstappen. 

Il tecnico argentino ci ha spiegato come il rake decisamente limitato di quest’anno stia mettendo in crisi la Red Bull che in questa fase del mondiale paga oltretutto un deficit di potenza rispetto ai motori Ferrari, ecco la sua spiegazione:

Bisogna considerare che la Red Bull sta facendo un lavoro completamente opposto a quello che faceva fino all’anno scorso. Per anni hanno sviluppato il rake e avevano il posteriore molto alto. Quest’anno tutte le auto sono con un rake molto piccolo e la Red Bull deve cambiare totalmente l’approccio. Quando potevano utilizzare un rake estremo non avevano problemi nelle curve lente grazie alla possibilità di poter “scaricare” e alzare  la posteriore interna alla curva e facilitare la percorrenza curva. Adesso oltretutto devono trovare un sistema diverso perché il carico aerodinamico è sempre stabile (negli anni passati alle alte velocità scendeva il posteriore riducendo l’inclinazione alare e il drag n.d.r). Ora devono recuperare cv e devono fare quello che faceva la Ferrari l’anno scorso ovvero scaricando l’ala posteriore , questo permette di recuperare velocità ma perdi bilancio della macchina in curva e soffri e la macchina diventa instabile creando problemi di usura.

Ultimi articoli

3,650FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe