Montezemolo in Aston Martin, gli indizi

F1 – Il dubbio c’è e ci è venuto dopo che tanti ex Ferrari sono passati alla corte di Stroll senior in Aston Martin. Tutti nomi che sono stati vicini all’ex Presidente Luca Cordero di Montezemolo e che potrebbero far supporre che quest’ultimo sia coinvolto, in qualche modo, da esterno, nel progetto del team inglese.

Notizia della giornata è sicuramente quella della nomina Amedeo Felisa ad Amministratore Delegato di Aston Martin che dopo l’uscita Tobias Moers lascia la carica di Presidente del direttivo sulla strategia per sostituirlo nella posizione di vertice.

A fargli compagnia in Aston Martin anche Roberto Fedeli, un altro ex Ferrari, che ora ricoprirà invece il ruolo di Responsabile dell’ufficio tecnico.
E non è finita qui. Già lo scorso febbraio fu Marco Mattiacci ad essere ufficializzato come nuovo Responsabile commerciale per il Global Brand di Aston. Tutti uomini dal passato pluriennale in Ferrari quindi e che guarda caso erano vicinissimi, ai tempi, a Luca Cordero di Montezemolo.

Ci sorge una domanda quindi: e se dietro a tutta questa acquisizione di ex Ferrari ci sia proprio l’ex Presidente Montezemolo che potrebbe avere voglia di riscatto e, perché no, di rifarsi dopo la discutissima separazione dalla squadra di Maranello?

Gli indizi ci sono tutti e la nostalgia del mondo della F1, crediamo, non sia mai del tutto scomparsa nel cuore del manager bolognese. Potrebbe trattarsi di un ruolo esterno, non certamente ufficiale e non in vista considerando che, l’accostamento del suo nome ad un marchio antagonista del cavallino, potrebbe sollevare qualche imbarazzo. Diciamo che di indizi ce ne sono e qualche sospetto e dubbio potrebbe essere già circolato. E chissà se la già lunga lista non possa, nel prossimo futuro, allungarsi ulteriormente.


Antonio Granato

F1Tech JO -- Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk -- ex AZ Technical Engineer -- Contributor: http://ilfattoquotidiano.it and @Autosprint -- FIA accredited Twitter: @antoniogranato www.antoniogranato.com