giovedì, Agosto 18, 2022

Le possibili strategie del GP di Monaco

Siamo oramai agli sgoccioli dell’inizio del gran premio di Monaco, lo scorso anno fu Max Verstappen ad uscirne vincitore. Vediamo dunque le strategie possibili considerando la difficoltà nei sorpassi in questo tracciato. Sarà dunque fondamentale la scelta della strategia giusta per fare un ottima gara. Fattore fondamentale la possibilità dell’arrivo di un acquazzone.

Quest’anno situazione che vede nella lotta per il titolo una nuova rivale della Red Bull, la Ferrari. La Red Bull arriva forte dalla doppietta a Barcellona. La rivale, Ferrari, però sembra aver trovato una giusta quadratura della vettura nelle prime sessioni libere. Vediamo però ora le mescole portate da Pirelli per questo GP.

Il team fornitrice di pneumatici, si presenta a Montecarlo con le gomme più morbide della propria gamma. Le mescole scelte sono le C3,C4 e C5.  Come dichiarato dal responsabile di Pirelli, Mario Isola, con le nuove vetture cambia molto la strategia di gara rispetto lo scorso anno. Nello scorso GP abbiamo potuto constatare quanto siano diverse queste vetture e come alcuni team abbiano dovuto anche effettuare tre soste in un unica gara.

Era di fondamentale importanza capire come avrebbe funzionato al gomma soft in vista delle gare, pensando sopratutto a quanto sia importante la qualifica su questo tracciato. Gli unici team a provare il passo gara con queste gomme sono stati Aston Martin e Williams. La pole position è stata conquistata con un fantastico tempo da Charles Leclerc. Vediamo quindi nello specifico le possibili strategie.

Si dovrebbe optare solo per una sosta, durante il pit stop il tempo perso è di circa 20 secondi. Con safety car o virtual safety car, il tempo di pit è dimezzato a 12 secondi. La strategia più veloce sembra essere quella in cui si scambiano una gomma soft e una gomma dura int0rno al giro 25.  Infine seconda strategia, indicata per chi è chiamato a rimontare in un GP in cui i sorpassi sono rari, è composta da gomma media e gomma hard, per concludere la gara.

Sarà dunque una gara in cui chi saprà usare la miglior strategia potrebbe guadagnare molte posizioni. Da tenere in conto anche la alta possibilità di pioggia sul tracciato.

- Advertisment -
Google search engine

Ultimi articoli