F1 | GP d’Australia : “Ancora presto?”

Dopo un avvio di stagione denso, due gare in due settimane, la Formula 1 attende l’Australia per comprendere, confermare o smentire i valori sin qui visti in pista.

Due domeniche due gare. La Formula 1 è partita forte e il back to back tra il Bahrain e l’Arabia Saudita ha mostrato spunti di grande interesse.

In attesa del GP d’Australia che si correrà a Melbourne la prossima settimana è tempo dei primi commenti e resoconti in attesa di comprendere come si andranno a sviluppare le vetture.

Due sono le grandi sorprese. La rinascita della Ferrari e il clamoroso sin qui avvio di stagione delle Mercedes.  La Ferrari ha corso da protagonista entrambi i GP vincendone uno. Leclerc ha dominato in Bahrain e ha combattuto con Verstappen fino alla fine a Jeddah.

Torniamo indietro di qualche mese, a leggere una frase del genere qualsiasi appassionato ci avrebbe messo la firma. La Ferrari dunque è tornata. Si è vista competitiva su tutti i tracciati sin qui utilizzati, test compresi, e attende Melbourne, Imola e Barcellona per potersi davvero definire rinata.

Sin qui Chapeau, ed il bello della Formula 1 di questa stagione è che c’è confronto di idee e opinioni. Le macchine sono tutte diverse, le opinioni pure. L’unica cosa certa è che saranno gli sviluppi e la capacità delle squadre di aggiornarsi o ri-programmarsi a fare la differenza. Oggi Ferrari e Red Bull sono in vantaggio. La rossa appare più solida, la Red Bull più sofisticata ma fragile.

La grande sconfitta di questo avvio stagionale è la Mercedes. Arrivata ai test con dati del simulatore teoricamente in grado di strapazzare nuovamente tutti in pista invece ha deluso. La W13 teoricamente è un arma perfetta ma in pratica nella realtà risulta inguidabile. Ciò nonostante Hamilton è riuscito a guadagnare un podio a Sakir e Russell un buon piazzamento a Jeddah.

La macchina al momento non è in grado di competere per il titolo. Per Hamilton un duro colpo ma una nuova sfida difficile e non per forza demotivante. Hamilton non ha nulla da dimostrare più a nessuno, correre con una macchina deficitaria e magari contribuire a renderla decente per lui sarebbe un’ulteriore prova di capacità in attesa di tempi migliori.

A momento quindi il mondiale pare essere un altro dualismo. Verstappen e Leclerc, Red Bull e Ferrari. Le prossime gare, a partire da Melbourne segneranno la storia di questo campionato. Come sempre poi al ritorno in Europa potrebbe partire un’altra stagione. Far punti ora vale oro.

Di questa settimana la notizia dello sbarco a Las Vegas dal 2023, in notturna, di sabato sera. Notte fonda in Italia. Un segno che si sta un pò troppo correndo lontano dalle origini della categoria. Oggi la Formula 1 è davvero un fenomeno globale ma l’ennesimo tracciato cittadino non è un bene per gli appassionati. La pista è un’altra cosa ma comandano i soldi, purtroppo.

Nulla di scandaloso comunque Las Vegas  al confronto  con Jeddah.


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna