venerdì, Settembre 30, 2022

F1 | Bahrain: domenica scatta il mondiale 2022

Domenica in Bahrain parte il mondiale di F1 2022. Tutti a caccia del nuovo Campione del Mondo Max Verstappen la cui Red Bull al momento pare favorita.

Parte domenica dal Bahrain la 73° edizione del Campionato del Mondo di F1. Le novità sono tantissime a partire dalle monoposto che rispetto all’ultima gara di Abu Dhabi di solo e mesi e mezzo fa sono stravolte.

In F1 è tornato l’effetto suolo, le macchine sono più pesanti e sono cambiati i freni. Inoltre i team nonostante un regolamento restrittivo sono riusciti ad interpretare i modo molto diverso le vetture. Per la prima volta dopo molti anni vedremo delle F1 molto diverse tra loro.

Ha fatto scalpore la Mercedes. La W13, totalmente senza pance, è quasi priva di ingombri laterali. Una monoposto sulla carta potenzialmente ammazza campionato. I test però hanno evidenziato  delle difficoltà e lo stesso Hamilton ha dichiarato che per il momento la Mercedes non è pronta per vincere.

Pretattica o verità? Lo scopriremo in qualifica e gara. Se Mercedes fosse davvero in difficoltà dovrebbe lottare in difesa sino a Imola, prima gara europea, in cui sono previsti per tutti massicci aggiornamenti.

I test invernali hanno indicato un favorito. La Red Bull. Anche la creatura di Newey ha stupito col suo vero e proprio doppio fondo ma al momento per quanto  estrema è parsa anche affidabile e concreta. Verstappen è l’indiziato numero 1 per la vittoria della prima gara ma non dimentichiamoci che siamo davanti ad un foglio bianco.

La Ferrari è attesa da anni alla vera e propria scolta. C’è curiosità, attesa e anche tanta pressione. La F1-75 è davvero diversa rispetto alle sue concorrenti soprattutto per il concetto di scorrimento dei flussi così marcato nella parte superiore della macchina.

La Ferrari ha mostrato grande affidabilità. Farà del motore il suo punto di forza. Per la Ferrari i punti di inizio stagione saranno  più che fondamentali. Confermerebbero la bontà del progetto e darebbero entusiasmo e spinta alle prossime evoluzioni.

McLaren attesa quanto Ferrari e poi il gruppo completamente da capire e valutare nei sui rapporti di forza in gara.

Tema strettamente sportivo e di grande interesse è quello della pura guida. I piloti dovranno adattarsi in gara alle nuove auto. Le frenate saranno diverse, freni più grandi, macchine più pesanti. Diverse saranno anche le curve lente. Qui le vetture perderanno l’effetto suolo e risulteranno molto più difficili da domare.

Per tutti l’incognita del porposing, il saltellamento che nei test abbiamo imparato a conoscere. Occhio poi al via con tutti i piloti così vicini per la prima volta con parametri così tanto diversi dai soliti. Una vera prima curva da brivido.

 

Alessandro Francese
Alessandro Francese
Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe