lunedì, Ottobre 3, 2022

F1 2022: non è un monomarca!

Il timore che le nuove monoposto di F1, a causa delle nuove regole, si somigliassero tra loro è fugato. Mai abbiamo visto monoposto così tanto diverse tra loro. Mercedes e Ferrari sono agli antipodi e Red Bull non assomiglia a nessuna delle due. Grandi Differenze anche nel resto della griglia

 

Con la presentazione della nuova Mercedes abbiamo un quadro abbastanza chiaro di come siano state interpretate dai team le nuove regole ad effetto suolo.

Il timore, prima del valzer delle presentazioni, era quello di vedere monoposto tutte simili tra loro che facessero diventare la F1 una sorta di IRL un po’ più raffinata.

 

Invece questo pericolo è scampato. All’appello mancano solo la Alpine e l’Alfa Romeo che però a sorpresa si è intravista in quel di Fiorano in livrea camuffata.

La prima impressione che si può dare scorrendo lo sguardo sulle monoposto sin qui viste è che tutte sono molto diverse tra loro. Erano anni che non si vedevano, soprattutto nella parte centrale delle macchine, delle differenze così marcate.

La tendenza generale va verso una minimizzazione degli ingombri soprattutto nella zona delle pance. E’ singolare notare come la Ferrari abbia scelto una strada opposta. Mercedes e Ferrari sono vetture filosoficamente agli opposti. Chi avrà avuto ragione?

Sulla rossa vale la pena di sottolineare come sia il frutto del lavoro di una squadra che, senza mezzi termini, si gioca tutto in termini di capitale umano. Hanno osato e preso una strada diversa lavorato molto nella parte alta delle pance, scavate, quando gli altri hanno sforzato al massimo il sotto vettura.

Red Bull, di cui si vede qualche scatto rubato in pista, appare totalmente diversa rispetto alla showcar della presentazione. Addirittura loro sembrano non avere le pance laterali gia’ scavate al massimo dall’altezza – per intenderci – dell’abitacolo.

Insomma in sezione frontale quasi non visibili al contrario di quelle della Ferrari. L’effetto suolo si ricava dal sotto della monoposto e qui tutti sembrano essersi concentrati al massimo.

Non possiamo dire altro in attesa della pista. E’ bello però vedere una griglia così vivace in tema di scelte costruttive.

Alessandro Francese
Alessandro Francese
Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Ultimi articoli

3,655FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe