F1 | “Verstappen ha battuto una coppia pilota-macchina superiore”

Verstappen domenica scorsa ha vinto il suo primo titolo in F1 con una Red Bull inferiore alla Mercedes. Il talento olandese quest’anno ha dato prova di una grande maturità, senza però rinunciare all’aggressività che l’ha sempre contraddistinto in questi anni. Verstappen dovrà confermare nel 2022 di essere il numero uno. Sull’argomento è intervenuto Luigi Mazzola ai microfoni di Pit-Talk.

 

 

 

Verstappen ce l’ha fatta! Il pilota olandese ha vinto il mondiale di F1 all’ultimo giro, con un sorpasso da “tutto o niente” ai danni del rivale Hamilton. Sicuramente il cambio gomme con l’ingresso della safety car a pochi giri dal termine ha favorito la vittoria del GP a “MadMax”, ma nulla toglie all’impresa ottenuta dall’olandese. Dopo 8 anni di attesa, il mondiale piloti è tornato a Milton Keynes, grazie al miglior pilota della griglia probabilmente.

In più di un’occasione quest’anno Verstappen è riuscito a fare la differenza, a volte con manovre al limite del regolamento. Poi in questi ultimi GP la Mercedes ha dimostrato di essere superiore alla Red Bull. Ma l’olandese in un modo o nell’altro è sempre riuscito a limitare i danni. Poi a fare la differenza è stata la costanza di Verstappen, con ben 10 vittorie conquistate  e numerosi podi nel corso della stagione.

 

 

La maturità raggiunta nel 2021 da parte del figlio di Jos si è rivelata fondamentale a fine stagione. Hamilton per tenere aperte le speranze mondiali (nonostante la superiorità Mercedes) ha dovuto alzare nettamente l’asticella. Ad ogni modo il primo mondiale di F1 non lo si scorda mai. Ancor più se lo si è ottenuto battendo un sette volte campione del mondo come Hamilton. Con la Red Bull nessun altro pilota al di fuori di Verstappen sarebbe riuscito a battere Hamilton e la Mercedes.

Sul titolo conquistato dall’olandese è intervenuto Luigi Mazzola ai microfoni di Pit-Talk. L’ingegner ex Ferrari ha elogiato l’impresa del pilota della Red Bull,  sottolineando il fatto che “MadMax” ha battuto un binomio più forte della Red Bull.

“Il risultato di questo mondiale è giusto! Verstappen con una macchina inferiore a livello di prestazione, ha cercato in tutto e per tutto di cogliere qualsiasi situazione per trarne beneficio. Ha giocato molto sull’aspetto mentale, mettendo in difficoltà un sette volte campione come Hamilton. Ci sta che lui abbia vinto (Verstappen). Perchè indubbiamente è riuscito a battere un campione, è riuscito a battere una macchina superiore. Nonchè Verstappen è riuscito a battere una coppia pilota-macchina migliore, Hamilton-Mercedes superiori al binomio Red Bull-Verstappen.”

Poi con la vittoria del mondiale del pilota olandese il record di sette titoli mondiali detenuto da Michael Schumacher è salvo. Al pari dei sette titoli conquistati da Hamilton ovviamente. L’ingegner Mazzola ha sottolineato il fatto di aver fatto il tifo per Verstappen proprio per questo motivo. D’altronde chi domenica scorsa non ha fatto il tifo per il pilota Red Bull? E’ palese che se Hamilton avesse conquistato l’ottavo titolo mondiale sarebbe dispiaciuto a molti…

Ora Verstappen potrà festeggiare il titolo mondiale conquistato, ma già dopo le festività dovrà rimettersi subito al lavoro. Obiettivo per il 2022 è semplice: confermarsi campione per il secondo anno consecutivo. La Red Bull dovrà dare una monoposto all’altezza del loro talento, e con il cambio regolamentare Adrian Newey sarà fondamentale per la compagine di Milton Keynes.

Dall’altro lato il pilota olandese sicuramente darà ancora il 100% in pista per confermarsi campione. In F1 si aprirà un ciclo vincente per il binomio Verstappen-Red Bull? Chi vivrà vedrà…

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".