F1 | Verstappen campione con Red Bull Honda, è il 34° uomo.

Max Verstappen è Campione del Mondo sulla sua Red Bull Honda, per lui è il primo titolo mondiale. Red Bull torna al successo dopo 7 anni. Honda come motorista, addirittura dopo 20.

Max Verstappen è il 34° pilota della storia a vincere il titolo mondiale di Formula 1. A 24 anni ed al primo tentativo centra il bersaglio che vale una carriera. Ieri per lui si era messa male sin da subito. Al via un esitazione gli aveva fatto perdere la prima posizione e al successivo corpo a corpo con Hamilton si era rassegnato ad una gara di rincorsa.

Sembrava tutto perduto. L’assetto della sua Red Bull era una scommessa. Scarico di carico privilegiava la velocità sui rettifili. Mossa intelligente per difendersi non per attaccare. Poi due episodi. Il primo una VSC e lo straordinario aiuto di Perez. Il secondo, quello decisivo, l’incidente di Latifi che ha causato la SC e la ripartenza per l’ultimo giro.

Red Bull ha avuto il tempo di montare la gomma rossa, più prestazionale, Mercedes no. E’ stata la mossa che ha deciso il campionato permettendo a metà dell’ultimo giro il sorpasso decisivo.

E’ stato un finale degno di un film. Tutto sembrava perduto ed invece quando Hamilton si sentiva padrone dell’ottavo titolo tutto è di nuovo cambiato. Questa è stata una stagione unica e straordinaria. Un duello lungo 10 mesi, 21GP finito all’ultimo giro dell’ultima gara. E’ stato un episodio a decidere il destino del titolo ma in un confronto così equilibrato e combattuto era prevedibile.

Max vince a 24 anni il suo titolo mondiale, Red Bull torna a fregiarsi del titolo piloti 7 anni dopo i successi di Sebastian Vettel. Honda alla sua ultima gara in Formula 1 torna campione 20 anni dopo averlo fatto con Ayrton Senna.

Per i giapponesi un successo straordinario. Hanno vinto con un motore che sulle spalle aveva 8 gare dimostrando potenza e affidabilità superiori a tutti! Honda era rientrata nel 2015 con McLaren, quattro anni difficili ma fondamentali per far crescere i propri tecnici ed i propri ingegneri anche per la produzione di serie.

Dal 2019 l’accordo con Red Bull e i primi risultati. Al terzo tentativo il successo mondiale grazie alla power unit RA621H V6 ibrida. Solo due anni fa pensarlo pareva fantascienza.

Red Bull si prende così lo scettro di campione del mondo levando a Mercedes la possibilità di finire imbattuta l’era power unit ibrida almeno per quanto riguarda il campionato piloti.

Nessuno quest’anno è stato in grado di insidiare da vicino Verstappen ed Hamilton. Dal 2022 si cambia tutto. Honda rimane con Red Bull ma non in maniera ufficiale. Adesso però c’è un titolo da difendere, cambieranno idea?


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna