F1 | Abu Dhabi: comunque vada sarà storia

Domenica ad Abu Dhabi l’ultimo atto di una stagione straordinaria. Animi caldi e tensione alle stelle, comunque vada sarà storia. Si spera in un confronto corretto e sportivo.

 

https://twitter.com/F1/status/1469030085164355586

 

 

Ci siamo finalmente. Domenica sul circuito di Yas Marina ad Abu Dhabi si assegnerà il titolo mondiale 2021 di Formula 1. Max Verstappen o Lewis Hamilton? Comunque vada quella di domenica sarà una data da ricordare.

Sarà il giorno dell’ottavo titolo iridato oppure quello del 34°esimo uomo. Se vincerà Hamilton raggiungendo quota 8 titoli mondiali diventerà il pilota più titolato della storia. Se vincerà Verstappen, per lui sarebbe il primo titolo, sarà il 34esimo pilota in oltre 70 anni di storia a fregiarsi titolo iridato dopo un decennio dominato da Vettel ed Hamilton.

Dietro loro due eserciti. Mercedes e Red Bull Honda. Per la Mercedes l’intenzione è quella di chiudere l’era turbo ibrida da imbattuta. Mai dal 2014 nessuno è stato capace di portarla all’ultimo appuntamento in bilico tra vittoria e sconfitta. Per Red Bull la volontà è quella di riprendersi lo scettro di regina della Formula 1 sottrattogli dal 2014 proprio da Mercedes.

Red Bull non è sola, con lei c’è Honda. I giapponesi sono determinati a vincere per dimostrare al mondo di essere i migliori. Arrivati in Formula 1 nel 2014 ci hanno messo anni per tornare competitivi dopo la terribile esperienza McLaren. Quando fu annunciato il binomio Red Bull Honda in molti erano scettici. Honda invece è stata l’unica casa capace di mettersi in gioco in una Formula complicatissima e costosissima con l’obiettivo di tornare ad essere leader in campo di motori. 

Honda ha dichiarato che questo è l’ultimo anno di impegno nel campionato. Non ci crede nessuno dal momento che sono tornati ad essere vincenti ma comunque ufficialmente questa è un’unica ultima chance.

Case, piloti, generazioni, modi di guida. Domenica sarà un confronto totale. Forse favorito Hamilton per la maggior esperienza, forse Verstappen per il fatto di poter contare su una macchina più adatta al circuito di Abu Dhabi.

Tutto conta ma nulla serve davvero. E’ come l’ultimo rigore, senza appello. Loro sono pari, vince chi dei due arriva prima. Verstappen ha un GP vinto in più in stagione. Finissero fuori dai punti sarebbe lui il campione.

Si spera solo in un confronto pulito e corretto. A Jeddah si è andati troppo oltre i limiti. La storia insegna che può capitare di tutto nel finale di una stagione del genere. Senna e Prost, Schumacher e Hill, Schumacher e Villeneuve sono esempi di ciò che ci auguriamo non succeda domenica.

Il resto è noia. Gli altri corrono per finire una stagione che a loro nulla ha più da dire. Ferrari è terza nel mondiale. Tutti hanno la testa al 2022. Tutti tranne Hamilton e Verstappen.

 


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".