F1 | Ciccarone: “Ferrari, meglio del 2020 ma oggi clima non idilliaco!”

Alla Ferrari che clima si respira? Secondo Paolo Ciccarone non poi così tanto sereno. Il giornalista di Automoto intervenuto ai microfoni di Pit-Talk, ha parlato dei risultati sin qui ottenuti dal team di Maranello rispetto al 2020. Sicuramente migliori, ma forse dalla Ferrari ci si aspettava qualcosina in più. E nel 2022 a cosa può ambire il Cavallino Rampante?

 

 

In Ferrari secondo Ciccarone non c’è un clima rilassato e sereno come si possa credere. I sorrisi che si vedono durante le dirette dei GP in TV non devono illudere, anzi. All’interno della Scuderia non sappiamo cosa realmente accada dietro alle quinte, però pensare ad un clima rilassato a Maranello sarebbe un paradosso. In F1 è difficile veder contenti gli uomini della rossa nel conquistare un ipotetico quarto posto nei costruttori. Poichè ad inizio stagione l’obiettivo per il 2021 in casa Ferrari era quello di arrivare terzi, dietro a Mercedes e Red Bull.

Tuttavia a Maranello non avevano messo in conto ad inizio stagione una McLaren così competitiva, soprattutto in questi ultimi GP, dove la scuderia di Woking sta dimostrando non solo di essere superiore alla Ferrari, ma di potersela giocare in certi frangenti con Red Bull e Mercedes. Ora per il team di Maranello sarà dura recuperare il gap nei confronti della McLaren, ma al tempo stesso la cosa non è impossibile.

Poi c’è il lato positivo in casa Ferrari, rispetto al 2020 la monoposto è decisamente migliorata per quanto sia stato possibile modificare la vettura, con il regolamento che impedisce cambi sostanziali nella vettura.

Però per un team che porta il nome della Ferrari, beh, non si può essere particolarmente felici per come sta andando la stagione. Per Ciccarone in casa Ferrari non si può essere contenti attualmente. Ne tantomeno a Maranello può esserci un clima idilliaco. Sentite cos’ha detto il giornalista di Automoto ai microfoni di Pit-Talk:

Il clima a Maranello non è idilliaco come tutti credono, anche se sta andando meglio dello scorso anno ma il quarto posto attuale non è quello sperato alla vigilia. Di sicuro se sono sorridenti, felici e contenti in una stagione dove ha vinto anche la Alpine, significa che ci si accontenta di poco. Ma se ci rifacciamo alla tradizione, non si può essere contenti attualmente!”

Il bottino raccolto dalla Ferrari sino a questo momento della stagione sarebbe potuto essere migliore. Il fatto che l’Alpine abbia vinto un GP quest’anno (con Ocon in Ungheria) dimostra il fatto che bisogna saper anche cogliere al volo un’opportunità quando ti si presenta. La scuderia di Maranello in questo non è stata capace per un motivo o per un altro, dimostrando che non tutti i tasselli sono al loro posto al momento all’interno della squadra.

 

Per il 2022 non c’è nulla di certo, tutto ancora tace, o quasi. Ma la sensazione è proprio quella che in casa Ferrari il clima sia ancora teso, e non del tutto rilassato (come affermato anche da Ciccarone) e questo rischia di condizionare in negativo la rossa anche nella prossima stagione di F1.

Recuperare il distacco nei confronti della McLaren da qui al termine della stagione potrebbe davvero dare una boccata d’ossigeno alla Ferrari. Non solo per quel che riguarda la classifica costruttori, ma soprattutto per il clima e l’umore interno della squadra. In vista dell’inverno poi, dove il lavoro da fare in fabbrica sarà parecchio e fondamentale al tempo stesso!

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".