F1 | Russia: Norris getta la vittoria a Sochi

Il Gran Premio di Russia, quindicesimo appuntamento della stagione 2021 di F1, ha visto trionfare Lewis Hamilton. Il campione Mercedes ha raggiunto la sua centesima vittoria in carriera. Eppure, il pilota del giorno non è fra i primi tre classificati. Questo merito se lo prende infatti Lando Norris. Sul finale di gara, il “driver of the day” della McLaren, ha sprecato la chance di arrivare primo a Sochi, dopo aver condotto una gara superlativa. 

Inesperienza o forse il fatto che quando sei primo davanti ad avversari come Hamilton e Verstappen, vuoi a tutti i costi prenderti la vittoria. Componenti fatali a Lando Norris che oggi, domenica 26 settembre, a Sochi, avrebbe potuto vincere il suo primo GP in F1. Il pilota inglese, che ieri aveva guadagnato la pole position, ha condotto una gara eccezionale: ha sempre tenuto a bada i suoi avversari. I problemi sono però cominciati proprio verso il termine del GP e in particolare quando ha cominciato a piovere.

Il numero 4 della McLaren, è stato più volte richiamato per rientrare nei box e cambiare le gomme. Ogni volta, però ha rifiutato, spinto dall’adrenalina di essere primo e dalla sicurezza (forse un po’ troppa), di poter salire sul primo gradino del podio. Alla fine gli pneumatici della sua monoposto non hanno retto alla condizione in cui l’asfalto bagnato li poneva, e per questo Norris è finito lungo lasciando passare Hamilton.

Il rammarico di uno dei più grandi emergenti in F1, è tanto perchè se avesse ascoltato i suggerimenti del Team, forse avrebbe guadagnato più punti di quanto invece non ne abbia portati a casa. Lando ottiene quindi uno sconfortante settimo posto e la frustrazione è papabile: “Certo che speravo di vincere. Sono rimasto fuori perché pensavo la pista tenesse, la pioggia non era così forte e non abbiamo previsto che sarebbe iniziata ad aumentare. Altri team hanno azzeccato la previsione, noi no, sono stati più bravi gli altri. Abbiamo sbagliato sia io che il team. Sono molto deluso, abbiamo fatto un weekend ottimo, ma una sola decisione ci è costata tutto il lavoro”.

Per quanto riguarda il compagno di squadra, Daniel Ricciardo, ha svolto un buon lavoro in pista. L’australiano ha sempre cercato di mantenere la propria posizione all’interno dei primi dieci e ci è riuscito. Si piazza infatti al quarto posto, guadagnando 12 punti. Nonostante la grande delusione pensando a come sarebbe potuta finire la gara, la McLaren ancora una volta, dopo Monza, ha dato prova di saper combattere con le unghie e con i denti. Sicuramente si è messa in mostra agli occhi dei rivali.

 


Sara Orlandini

Ciao a tutti! Sono Sara Orlandini e sono un'aspirante giornalista sportiva. Le mie passioni più grandi sono infatti la scrittura e lo sport, in particolare la Formula Uno che è adrenalina pura e da un senso alla domenica pomeriggio. Con i miei articoli vorrei riuscire ad esprimere il mio punto di vista sul settore più bello del motorsport!