F1 | Russia: Lando Norris in pole, Hamilton si complica la vita

Le qualifiche del GP di Russia di F1 sul circuito di Sochi, sono state dominate dalla Mercedes, fino a pochi minuti dalla fine. La squadra di Stoccarda, colta di sorpresa, ha montato in maniera tardiva le gomme slick e Lewis Hamilton partirà quarto, con Valtteri Bottas addirittura nono. Pole position a Lando Norris su McLaren, secondo un sorprendente Carlos Sainz su Ferrari. Dalla terza casella scatterà George Russell su Williams. Sembra il tipico sabato della Formula 1 anni 80/90, con i team storici sugli scudi. Un graditissimo ritorno quello di McLaren e Williams, destinate a fare da ago della bilancia di una lotta mondiale sempre più incerta.

Al netto della classifica, che possiamo rivedere nel tweet qui sotto:

 

a lasciare perplessi è, ancora una volta, la tendenza di Lewis Hamilton e della Mercedes a complicarsi irrimediabilmente la vita. A Monza, la gara sprint del sabato prima e l’errore al box la domenica, hanno propiziato il contatto che ha messo fuori gioco l’inglese e Max Verstappen. Qui a Sochi, dopo prove libere e qualifiche dominate fino a pochi minuti dalla fine, ennesimo black out di Hamilton: scelta sbagliata nel montare dopo le gomme slick, rientro ai box tardivo con errore e botta contro il muretto. Di fatto, un unico tentativo a disposizione mentre gli altri miglioravano e partenza dalla quarta casella. Terribile e agonisticamente sconcertante: con questi continui errori il mondiale prenderà molto presto la strada di Milton Keynes.

La sensazione è che i proverbiali “Mind games” che avevano reso celebre Lewis Hamilton, gli si stiano ritorcendo contro. Max Verstappen è agonisticamente cattivissimo, risponde colpo su colpo e non esita a mostrare i muscoli ad ogni occasione buona. Sarà meglio che in Mercedes si siedano tutti attorno a un tavolo e cerchino di mettere in quadro la testa, perché con un pizzico di tranquillità in più si poteva vincere agevolmente a Monza e monopolizzare la prima fila per il gran premio di domani. Adesso le cose si complicano: la McLaren sul rettilineo vola e, dalla quarta casella si parte dal lato sporco. Il pilota inglese dovrà evitare assolutamente una delle sue proverbiali “partenze cilecca”, se vorrà tamponare una situazione tutt’altro che ideale.

 

 

I sorrisi non mancano nemmeno in casa Ferrari: Carlos Sainz è stato autore di un’ottima qualifica, montando le gomme slick al momento giusto e garantendosi un giro con gomme in temperatura. Sarà difficile mantenere quella posizione in gara, ma dopo alcuni errori di troppo durante i precedenti gran premi, lo spagnolo è sembrato finalmente sul pezzo. Appuntamento domani per il gran premio di F1 che, sicuramente, sarà ricco di colpi di scena. Se volete un recap delle libere, potete trovarlo in questo articolo.

 


Fabrizio Bianchini

Da sempre appassionato di motorsport, specialmente del motorsport "old style" fatto di pazzia, romanticismo e odore di gomma bruciata.