F1 | Derby finlandese in Russia

Anteprima storica del GP di Russia. Edizione 2015 molto movimentata con lo spettacolo regalato dai due finlandesi Raikkonen e Bottas, all’epoca rispettivamente in Ferrari e Williams-Mercedes. 

 

| a cura di Federico Sandoli

Nel secondo anno dell’era ibrida la Mercedes si riconferma regina assoluta di questa nuova formula. A tentare di rallentare la marcia trionfale della stella a tre punte è la Ferrari, che con Vettel al posto di Alonso, riesce ad impensierire la squadra tedesca con prestazioni e qualche vittoria degna di un passato recente mai sopito.

 

In occasione del GP di Russia, con la Mercedes in procinto di vincere il titolo, la lotta è sempre tra lo squadrone anglo-tedesco e quello italiano con l’inserimento a sorpresa della Williams di Valtteri Bottas.


A rompere la monotonia argenteo-rossa è proprio il finlandese, che con un giro monstre riesce a piazzare la propria macchina alle spalle del duo Mercedes e davanti alla Ferrari di Vettel.


Alla partenza il poleman Rosberg mantiene il comando davanti al detestato compagno e alla Williams di Bottas che con una manovra tra l’ardito e lo scorretto, tiene dietro il connazionale della Ferrari Raikkonen, partito meglio di Vettel, e in questo appuntamento particolarmente in forma.


Dopo diversi tentativi andati a vuoto, il finlandese della Ferrari punta il connazionale della Williams e lo passa conquistando il terzo posto. Inutile dire che lo stato di forma di Raikkonen fa sognare il box Ferrari, che già si gusta un duello Ferrari Mercedes per il primo posto.


Dopo pochi giri termina la gara del battistrada Rosberg ed il compagno Hamilton eredita il comando della corsa davanti proprio a Bottas che, approfittando di un momentaneo calo di Raikkonen, è riuscito a superarlo e leggermente staccarlo.


Inspiegabilmente il finlandese della Ferrari non riesce più a tenere un ritmo costante e questo favorisce il ritorno di Vettel, che sfida apertamente il compagno con manovre al limite della correttezza e lo passa di forza.


Nella girandola dei pit-stop il tedesco in rosso si ritrova secondo mentre i due finlandesi in quinta e sesta.


Bottas e Raikkonen in pista danno spettacolo sfidandosi apertamente, il finlandese della Williams più esuberante si oppone alla sorniona classe del connazionale della Ferrari fino all’ultimo giro, quando Raikkonen spazientito forza il passaggio e va a sbattere proprio contro la Williams che mestamente deve dire addio alla corsa.


Con la macchina danneggiata, Raikkonen si avvia a tagliare il traguardo in quinta posizione. I commissari decidono di retrocederlo all’ottavo posto per condotta scorretta. Mentre Hamilton festeggia la sua quarantaduesima vittoria e la Mercedes il secondo titolo, Raikkonen commenta la sua retrocessione con uno dei suoi laconici “Bwoah!“.