F1 | Un sabato in positivo a Le Castellet

Bilancio positivo per la Scuderia Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio di Francia: domani pomeriggio Carlos partirà quinto, mentre Charles scatterà settimo. Un risultato che magari non esalterà i tifosi ma che – su una pista particolarmente ostica per la SF21 come quella del Paul Ricard – ha riconfermato la squadra di Maranello come la migliore, almeno il sabato, tra quelle che lottano nel gruppo di centro, alle spalle dei due team che sono al vertice della graduatoria.

Medium per la partenza. Uno dei momenti chiave delle qualifiche del Paul Ricard è stata la Q2, quando sia Carlos che Charles sono riusciti a passare il turno con gomme di mescola Medium, guadagnandosi così il diritto di potersi schierare al via della gara con quella mescola. Sainz e Leclerc saranno dunque ad armi pari in termini di strategia con gli altri piloti che occupano le prime cinque file.

Meteo incerto. Il 61° GP di Francia valido per il Mondiale di Formula 1 prenderà il via domani alle ore 15 CET. Si attendono ancora temperature elevate e vento ma non sono da escludere temporali nella zona del circuito che potrebbero scompaginare le graduatorie e offrire opportunità da sfruttare.

Sainz:

Una buona giornata per la squadra. Dopo un paio di qualifiche un po’ movimentate, è stato molto positivo avere un sabato tranquillo. Siamo riusciti a tirare fuori tutto il potenziale dalla macchina, così da poter mostrare i progressi che abbiamo fatto su questo tipo di circuiti. Per quanto mi riguarda, sto continuando a imparare in ogni curva e in ogni condizione. Oggi mi sono sentito a mio agio in macchina, a prescindere dalla mescola di gomme.
In ottica gara, partiamo da una buona posizione e io cercherò di massimizzare ogni opportunità che ci dovesse capitare. Ieri il nostro passo gara non era male, ma mi aspetto che domani i nostri diretti competitor ci diano del filo da torcere. Sarà essenziale fare un primo giro pulito e avere una buona strategia per garantirci un risultato positivo in Francia.

Leclerc:

Quella di oggi per me è stata una qualifica difficile, perché non sono riuscito a far fronte adeguatamente ai problemi di bilanciamento che avevo, che per me erano soprattutto all’anteriore. Lavoreremo per capire come posso adattare il mio stile di guida e a gestire la vettura meglio in gara, anche se domani mi aspetto di faticare di meno.
Nel complesso il quinto e il settimo posto sono un buon risultato di squadra, in linea con le nostre aspettative. Congratulazioni a tutti e soprattutto a Carlos che ha fatto un grande lavoro.
Il nostro passo gara non era male nelle libere e credo che ci sia il potenziale per lottare per delle posizioni interessanti nel Gran Premio se riusciremo a sfruttare bene il pacchetto a disposizione.

Mekies:

Tutto considerato, una qualifica positiva. Eravamo arrivati qui consapevoli che i rapporti di forza in campo non sarebbero stati quelli visti in due circuiti atipici come quelli di Monaco e Baku e che le caratteristiche del Paul Ricard non si sposavano con quelle della SF21, ma siamo comunque riusciti a riaffermarci ancora una volta come la miglior squadra alle spalle dei due team in lotta per il Mondiale. In più, come già accaduto nelle tre qualifiche precedenti, abbiamo messo entrambe le nostre vetture davanti a quelle degli avversari diretti.
Carlos sta facendo un ottimo weekend, dimostrando la sua crescita: la sua qualifica è stata davvero buona. Charles non ha trovato il giusto feeling, soprattutto con l’anteriore, ma è comunque riuscito nel suo ultimo tentativo ad avvicinarsi a quella terza fila che era alla sua portata.
Domani sarà una gara lunga e difficile, dove il comportamento degli pneumatici sarà cruciale: nella top ten tutti sono nella stessa condizione quindi ci giocheremo le nostre chance alla pari. Sappiamo che sul passo gara non siamo ancora dove vorremmo essere: ci prepareremo al meglio e continueremo a farlo nelle prossime settimane per dare ai nostri piloti un pacchetto sempre più competitivo.