F1 | Baku: Red Bull prenota la pole con Perez davanti a Verstappen

A Baku la Red Bull detta il passo anche nelle FP2, con Perez il più rapido di tutti davanti al team-mate Verstappen. Il messicano conferma di aver trovato un ottimo feeling con la RB16B. Tuttavia Verstappen sembra aver ancora qualche asso nella manica per il proseguo del weekend. La Red Bull dopo Monaco si conferma come la monoposto da battere anche qui in Azerbaijan. 

Dopo Monaco, anche a Baku la Red Bull conferma il ruolo di favorita per la vittoria del GP dell’Azerbaijan. Se in mattinata nel corso delle FP1 il miglior crono l’ha segnato Verstappen, nelle FP2 è arrivata la zampata del team-mate Perez. Il messicano sembra trovare poco alla volta il feeling con la RB16B, non solo sul giro secco, ma anche sul passo gara. Addirittura il passo di “Checo” è stato migliore anche di quello del suo team-mate Verstappen.

Il passo tenuto dai due Red Bull con le gomme a mescola soft è ottimo, con entrambi i piloti capaci di girare sul 1’46” alto – 1’47” basso. Evidentemente la scelta da parte del team di Milton Keynes nel scaricare l’ala posteriore si sta rivelando redditizia.

Il T3 caratterizzato dal lungo rettilineo ha mostrato anche un’ottima velocità di punta da parte della Red Bull, fondamentale in caso di una manovra di sorpasso in gara. Poi, altra cosa da tenere in considerazione in previsione del GP, è il fatto che la RB16B sembra gestire le gomme in maniera magistrale.

A distanza di 10 giri dall’inizio dello stint del passo gara, i due Red Bull con le gomme rosse hanno sempre mantenuto tempi costanti. Dati molto incoraggianti in previsione della gara di domenica.

Se la Mercedes in F1 (con Toto Wolff) continua a polemizzare sul discorso ali flessibili, la Red Bull sembra non dare peso alle parole dell’austriaco. Bensì la scuderia anglo-austriaca risponde direttamente in pista, mettendo da subito le cose in chiaro. La Red Bull qui a Baku vuole bissare la vittoria conquistata nel Principato due settimane fa, e stando da quanto visto oggi ci sono tutte le premesse per far bene.

Tuttavia la Red Bull non deve fare l’errore di sottovalutare la Mercedes, oggi chiaramente in modalità “risparmio”. Domani per la pole Verstappen e Perez dovranno fare i conti con i due piloti della casa tedesca. Ma nonostante l’1-2 nelle seconde libere, l’olandese di casa Red Bull non è ancora pienamente soddisfatto della sua monoposto. Un po’ come successo già a Monaco nel giovedì delle libere per intenderci.

“MadMax” ha poi affermato che ci sono ancora margini di miglioramento, quindi quelli della Mercedes sono avvisati in vista delle qualifiche di domani. Una prima fila tutta Red Bull potrebbe essere probabile. Purchè Perez riesca ad essere incisivo in qualifica, al momento il tallone d’Achille del messicano in questo inizio di mondiale di F1.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".