F1 | Spagna: McLaren, da terza a quarta forza del mondiale

In Spagna la McLaren fa un passo indietro rispetto a Portimao. Il team di Woking al Montmelò perde il confronto con la Ferrari in gara ed in qualifica. Se da un lato Ricciardo sembra essersi ritrovato (sesto al traguardo), Norris invece è stato un po’ al di sotto dei suoi standard. Tra due settimane arriva un banco di prova importante per la MCL35M: il GP di Montecarlo.

Se ad Imola ed a Portimao la McLaren si è dimostrata terza forza del mondiale di F1, in Spagna la McLaren deve rifare i propri conti. La scuderia di Woking al Montmelò ha dovuto incassare lo smacco di essere arrivata dietro alla Ferrari (diretta rivale per il terzo posto tra i costruttori). La MCL35M ha mostrato i suoi limiti in un circuito come quello spagnolo, dove il carico aerodinamico conta molto.

La monoposto inglese non ha saputo sfruttare tutto il proprio potenziale con molta probabilità, con la Ferrari che in Spagna si è dimostrata superiore alla scuderia inglese.

In gara sia Ricciardo che Norris non hanno mai avuto il passo della Ferrari (almeno quella di Leclerc).

Forse l’assetto più scarico deciso per il weekend non ha pagato come i tecnici della McLaren avrebbero sperato.

Anche se rispetto a Portimao c’è stato un passo indietro, il bottino raccolto in Spagna dalla McLaren è comunque soddisfacente. Ricciardo è giunto sesto, mentre Norris si è classificato ottavo (ma doppiato). Daniel Ricciardo è tra le note positive del team, con l’australiano autore finalmente di un buon weekend, concreto. E per la prima volta nel corso della stagione, Ricciardo è riuscito a stare davanti a Norris.

 

 

Insomma segnali di risveglio da parte del pilota di Perth. Che Ricciardo stia iniziando a capire l’auto? Una rondine non fa di certo primavera..

Servono ulteriori conferme, già dal prossimo GP di Montecarlo, dove l’australiano ha già vinto nel 2018. Norris invece nel weekend spagnolo sembra aver perso un po’ di concretezza, dopo le ottime prestazioni di Imola e Portimao.

Il pilota inglese nel corso del GP non ha mai avuto il passo per stare con le due Ferrari ed il team mate Ricciardo. Ma nonostante la prestazione opaca del Montmelò, Norris resta ancora il “primo degli altri” nella classifica piloti. E la McLaren è ancora terza nel mondiale di F1 dei costruttori, ma con il vantaggio nei confronti della Ferrari che si è ridotto a cinque lunghezze.

Ora come detto in precedenza, la F1 farà tappa a Montecarlo nelle strade del Principato tra due settimane. Sulla carta il circuito monegasco non dovrebbe essere favorevole alla MCL35M, per le caratteristiche della vettura di Woking. Più a suo agio nei circuiti dove conta maggiormente la potenza della power-unit. Ma mai dire mai, perchè nel GP di Montecarlo tutto può accadere. Nonchè dove l’imprevisto è sempre dietro all’angolo.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".