F1 | Il GP al Mugello potrebbe tornare già quest’anno in calendario

F1 | Il GP del Mugello ha delle buone probabilità di tornare nel calendario già quest’anno. Il sindaco di Scarperia Federico Ignesti si è detto pronto in caso di una chiamata da parte di Liberty per far tornare a correre la F1 nel circuito toscano. E nella giornata di ieri, la  presenza del CEO di Liberty Stefano Domenicali non è stata solo una visita di cortesia. Per l’Italia quindi potrebbero esserci ben 3 GP anche quest’anno in calendario.

La F1 potrebbe correre nuovamente il GP al Mugello questa stagione. A sbilanciarsi è stato il sindaco di Scarperia Federico Ignesti. Il primo cittadino della città toscana (dove sorge il Mugello) s’è detto fiducioso sulle possibilità di rivedere il circus correre nuovamente nel tracciato toscano. Ignesti in occasione del weekend del motomondiale ha sottolineato il fatto di essere pronti in caso di una chiamata da parte di Liberty Media. Sentite cos’ha detto il sindaco di Scarperai ai microfoni del Corriere dello Sport:

Siamo pronti. Se Liberty Media e’ disponibile a collaborare con la struttura dell’autodromo e la nostra amministrazione, non diciamo di no a nessuno, vediamo quello che accadrà.”

D’altronde non è stato un caso se nella giornata di ieri al Mugello, era presente al Mugello proprio il CEO di Liberty Stefano Domenicali. Ufficialmente l’imolese era presente nei box del tracciato toscano come ospite, ma è chiaro che in realtà Domenicali è venuto a “sondare” il terreno per un possibile ritorno della F1 a distanza di un anno.

Il calendario di F1 è in continua evoluzione per via del discorso legato alla pandemia del covid. Dopo l’annullamento del GP del Canada prima, e di quello di Turchia in seguito, ci sono degli slot liberi da occupare. In modo tale da garantire ugualmente la disputa dei 23 GP stabiliti per quest’anno.  Ci sono altri GP a rischio, come quello del Messico e del Brasile. Dunque è ovvio che Liberty deve guardare ai circuiti presenti nel Vecchio Continente, e tra questi rientra senza dubbio il Mugello.

Lo scorso anno nonostante l’assenza del pubblico sulle tribune, la macchina organizzativa del Mugello ha dimostrato di essere pienamente all’altezza per ospitare la F1. Quindi perchè non correre nuovamente sul circuito toscano? Magari quest’anno con la presenza del pubblico!

 

 

D’altronde è inutile ricordare che i circuiti più belli dove corre il circus sono quelli presenti in Europa, ed in Italia anche quest’anno si potrebbero avere ben 3 GP. Imola (già disputato), poi Monza a settembre, e perchè no non correre subito dopo al Mugello. Come capitato lo scorso anno a distanza di una settimana. L’unica cosa, la più importante; la presenza del pubblico! Fondamentale per la perfetta riuscita dell’evento.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".