F1 | Bahrain: Verstappen sfiora l’impresa, Perez rimonta super

Si conclude con qualche rimpanto per la Red Bull il primo appuntamento di questa F1 2021, con un Verstappen poleman e sempre davanti alle Mercedes, ma che non riesce a vincere il GP.

La Red Bull è la diretta rivale della Mercedes per il titolo 2021 e questo weekend ha confermato le aspettative. Red Bull superiore alla Mercedes sin dal venerdì, travolgente sotto tutti gli aspetti, ma che si lascia sfuggire la ghiotta occasione di vincere il primo GP del 2021.

La scuderia di Milton Keynes ha lavorato bene, limitando i danni del nuovo regolamento, a tal punto da essere la favorita per la vittoria in Bahrain. Assoluto mattatore Max Verstappen che strappa la pole al solito Lewis Hamilton.

A fronte di quanto dimostrato in pista, la Red Bull non è stata lucida sotto certi aspetti. Nel corso delle qualifiche con Sergio Perez, a sorpresa qualificato undicesimo, fuori in Q2. Montando le gomme gialle al pilota messicano, che non è riuscito a trovare il giro per passare in Q3. Lo stesso si può dire della strategia attuata su Verstappen per mantenere la testa della gara. Molto discutibile la scelta di ritardare le soste, contando sul calo di prestazione della Mercedes di Lewis Hamilton.

Forse non si sono fatti trovare pronti quando al box Mercedes hanno anticipato la sosta di LH per cercare un undercut, il quale si è dimostrato fatale ai danni dell’olandese, finito alle spalle del britannico.

Nonostante ciò, soltanto i track limits hanno impedito a Verstappen di concludere la gara in testa. Il sorpasso decisivo messo a segno in curva 4, a detta del muretto Red Bull, era illegale, tanto da dover restituire la posizione a Hamilton.

Da lodare la rimonta di Sergio Perez dalla pit lane alla quinta piazza, che qui in Bahrain lo scorso hanno ha ottenuto la sua prima vittoria. Fondamentale il suo rendimento per portare punti preziosi alla Red Bull, viste le precedenti “seconde guide” in forza alla RB.

 

https://twitter.com/redbullracing/status/1376220642291421184?s=20

 

A Milton Keynes hanno le idee chiare quest’anno, la monoposto è pronta per lanciare la sfida alle Mercedes e la conferma la abbiamo avuta per l’intero GP.

Il campionato è ancora lungo, ma se la scuderia austriaca vuole sperare nel titolo, deve stare attenta a non lasciare per strada punti preziosi come quelli di questo weekend, dove, per quanto fatto vedere, era imperativo vincere.

 

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: