F1 | Ferrari e l’obiettivo terzo posto: possibile?

La Ferrari è al lavoro sulla nuova SF21 e, secondo quanto detto dal team principal Mattia Binotto, l’obiettivo prefissato sembra essere il terzo posto nella classifica costruttori di F1. Un risultato, forse, fattibile per la Rossa, ma occhio anche a McLaren e Aston Martin.

Con la nuova stagione quasi alle porte si comincia già a pensare alla piega che potrà prendere il campionato di quest’anno. La Ferrari sta lavorando sulla vettura al meglio delle proprie possibilità, quanto meno per rimediare al disastro del 2020 in F1.

Il Cavallino Rampante è arrivato zoppicante al traguardo, riuscendo a racimolare quei pochi punti utili solo per un sesto posto dietro a McLaren, Racing Point e Renault. Un’annata deludente con troppi fattori a sfavore, tra cui una macchina poco competitiva.

La fine di questa stagione da dimenticare ha rappresentato un sospiro di sollievo per il team di Maranello che si è subito rimboccato le maniche per migliorare (per quanto possibile, visti i vari congelamenti) motore e aerodinamica di una Ferrari a dir poco irriconoscibile.

Secondo le ultime indiscrezioni, Mattia Binotto ha parlato dei possibili risultati che la scuderia italiana potrebbe raggiungere nel 2021, rimanendo naturalmente con i piedi per terra. Infatti, l’obiettivo di sicuro più realistico, basandosi anche sul lavoro svolto fino ad ora, è il terzo posto nella classifica costruttori.

Questa squadra è stata in grado di arrivare seconda negli ultimi cinque anni, tranne una volta quando siamo arrivati ​​terzi, quindi penso che il terzo posto non sia del tutto impossibile. E penso che dovrebbe essere almeno il nostro obiettivo minimo per la prossima stagione. Tuttavia, penso che finire terzi non sarà facile. Sarà difficile perché ci sono team come Aston Martin, che sono sicuro saranno molto forti il ​​prossimo anno. Penso che la McLaren sarà di nuovo molto forte – hanno ottenuto un aggiornamento sul propulsore – quindi nel complesso credo che sarà un risultato difficile da raggiungere, ma penso comunque che come obiettivo minimo dovremmo cercare di raggiungerlo.

Insomma, il terzo posto è un obiettivo fattibile, ma non è detto che si riesca a raggiungere. Quali potrebbero essere, quindi, gli scenari del campionato 2021 di F1? Sicuramente, il team da battere rimane Mercedes, che attualmente ha un sedile vuoto. A mettere i bastoni tra le ruote alla scuderia di Brackley ci sarà senza dubbio la Red Bull di Max Verstappen e Sergio Pérez, che tenterà di strappare il primato alle Frecce d’Argento.

Battaglia ardua, invece, proprio per il terzo posto: se lo scorso anno la McLaren ha sorpreso tutti piazzandosi sul podio, nel 2021 potrebbe fare ancora meglio con il motore Mercedes e una line-up composta dal giovane e promettente Lando Norris e dall’esperto Daniel Ricciardo. Occhio anche all’Aston Martin, perché con un rigenerato e motivato Sebastian Vettel al volante c’è la possibilità che il tedesco possa ottenere qualche podio. E non dimentichiamoci di Fernando Alonso in Alpine, che di certo non è tornato in F1 per restare a guardare.

L’obiettivo è sicuramente a portata di mano, se verranno apportati i miglioramenti necessari alla nuova SF21. La Rossa, però, non dovrà sbagliare nulla se vuole concludere su quel podio che manca dal 2019.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher