F1 | Alonso: “Tre cose per appassionare i giovani”

Secondo Fernando Alonso bisogna fare qualcosa per avvicinare i giovani alla F1. Portarli agli eventi, coinvolgerli maggiormente, avere prezzi più economici

Tra le prime parole del rookie più anziano della stagione 2021 un pensiero ai giovani e a cosa si potrebbe fare per rendere la Formula 1 più popolare.

Fernando Alonso, pilota Alpine-Renault, ai microfoni del TG2 motori argomenta come per lui dovrebbe essere la Formula 1 del domani. Parole indirizzate anche al neo CEO Stefano Domenicali già al lavoro per programmare il divenire della categoria negli anni venturi.

Sui giovani Alonso dice:

“E’ difficile trasmettere una passione la devi sentire. Io li porterei a un test, ad un GP, li lascerei vicino ad una curva o un rettilineo. Vedere queste macchine passare ti da un’emozione unica. Vedere una F1 che sfida le fisiche di quanto e possibile , il rumore che comunque c’è, la tecnologia. Vederlo è appassionante ma lo devi sentire. “

Alonso è sempre stato un abile comunicatore. Tra le righe di queste dichiarazioni si nasconde un messaggio preciso. La Formula 1 di oggi è troppo complicata. Anche troppo costosa. L’applicazione di questa tecnologia non trova poi reali riscontri sulla produzione di serie per cui la F1 rimane un giochino costosissimo e complesso che il pubblico fatica a comprendere.

 “Quando vedi una F1 in diretta , dal vivo, per la prima volta normalmente è un giorno che ricordi.”

Lo è stato per me. Lo è stato per tutti. Non dimenticherò mai il ruggito della Minardi biposto al Motor-Show del 2003 con a bordo la coppia Bobbi – Capirossi. Comprendo perfettamente le parole di Alonso. La Formula 1 è prima di tutto emozione. Questa tecnologia esasperata tende ad appiattire l’elemento emotivo. Quando Alonso vinceva i mondiali le macchine erano meno tecnologiche ma più vicine tra loro. C’era  lo scontro Renault – Ferrari, Alonso contro Schumacher con la McLaren di Raikkonen pronta ad inserirsi. Oggi domina uno solo, l’emozione manca.

“Vorrei una F1 un pò più vicina alla gente con dei prezzi più economici. In tutte queste cose dobbiamo andare avanti”

Come darli torto, prezzi folli e tribune vuote. Che senso ha?!


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna