F1 | Sakhir: Russell svetta nelle libere, Ferrari male

 

Nelle prime prove libere George Russell sulla Mercedes è il più veloce del circuito esterno di Sakhir. In affanno Bottas, preceduto anche dalle Red Bull. Male le Ferrari: un problema tecnico tiene Leclerc fermo al box nelle FP2 mentre Vettel annaspa. 

 

 

George Russell, che sostituisce Lewis Hamilton positivo al SARS-CoV-2, strappa il miglior tempo in entrambi le sessioni delle Prove Libere del Gran Premio di Sakhir.

In questo secondo appuntamento nella desertica notte del Bahrain, il pilota Mercedes in prestito dalla Williams è apparso subito in palla, a conferma delle sue eccellenti qualità di pilota. A lui ora l’arduo compito di confermare quanto di buono fatto finora, trattandosi solo di un venerdì di prove.  Più in difficoltà il suo compagno di squadra Valtteri Bottas.

 

Il Finlandese ha chiuso staccato di qualche decimo dal compagno di squadra tutte e due le sessioni.


Da segnalare le difficoltà delle monoposto Tedesche nei Long Run effettuati con gomme a mescola media e dura. Bottas, inoltre, è stato protagonista di numerose escursioni nella parte guidata del tracciato.

Le Red Bull hanno occupato la seconda e terza posizione delle Libere 1, con Verstappen che ha preceduto Albon, protagonista di un testacoda in uscita da curva 2.


Le vetture di Milton Keynes si confermano ottime sul passo gara e hanno confermato le buone prestazioni anche nella seconda sessione.

Dopo una FP1 opaca, le due Racing Point si riscattano nelle FP2.


Perez terzo e Stroll settimo, sono stati i piloti che hanno migliorato sensibilmente le prestazioni insieme alle Renault.


Ocon ottimo quarto a due decimi da Russell, ha preceduto Ricciardo sotto gli occhi vigili di Fernando Alonso, presente nei box della casa della Losanga.

Indietro le McLaren, assenti dalla Top Ten al termine delle FP1.


Sainz, decimo in FP2, ha preceduto di parecchie posizioni Norris, costretto a chiudere con largo anticipo le seconda sessione a causa di un problema tecnico.

Ottime prestazioni per Alpha Tauri, sesto Kvyat e non Gasly in FP2.

Capitolo a parte per la Ferrari, molto indietro in classifica.

 

Un problema al semiasse per Leclerc ne ha condizionato pesantemente la partecipazione alla FP2.


Vettel ha ancora una volta dimostrato in pista come non digerisca questa vettura, bruciando entrambi i set di gomme utili per la simulazione di qualifica.


Cattive notizie anche sul fronte del passo gara, caratterizzato da un delta di oltre due secondi nei confronti delle Red Bull.

Raikkonen e Giovinazzi sono stati protagonisti di un lavoro discreto, consapevoli della mancanza di cavalli del propulsore Ferrari.

Prove diligenti invece per i due esordienti Aitken su Williams e Fittipaldi su Haas, numerosi i giri compiuti per mettere su esperienza.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: