F1 | Abu Dhabi: Alfa Romeo, Raikkonen precede le due Ferrari

Nel GP di Abu Dhabi l’Alfa Romeo Racing taglia il traguardo ai margini della zona punti, grazie ad un’ottima gara da parte di Raikkonen. Il finlandese ha concluso in dodicesima posizione, davanti alle due Ferrari di Leclerc e Vettel. Giovinazzi invece non è andato oltre il sedicesimo posto. Da domani per il team italo-svizzero è gia tempo di pensare al 2021.

La stagione di F1 2020 si è conclusa con l’ultimo atto ad Abu Dhabi anche per il team Alfa Romeo Racing. La scuderia italo-svizzera chiude una stagione molto difficile, ma nonostante tutto è riuscita a confermare l’ottavo posto tra i costruttori del 2019. Tuttavia dinanzi ai 53 punti conquistati lo scorso anno, questa stagione il team Alfa ha raccolto solamente 8 punti. Il che la dice lunga sulla competitività della monoposto di quest’anno.

La scuderia diretta da Vasseur ha dovuto fare i conti con una power-unit Ferrari in deficit di potenza rispetto alle altre presenti in griglia, penalizzando le performance in pista della C39. Ma tutto sommato ad Abu Dhabi l’Alfa è riuscita a concludere la stagione in un modo dignitoso. Il tutto grazie ad un’ottima prova di Kimi Raikkonen, dodicesimo al traguardo.

https://twitter.com/alfaromeoracing/status/1338171282886713345

 

“Iceman” è riuscito a sfiorare la zona punti, arrivando a pochi secondi da Stroll e Kvyat, ambedue con vetture più competitive rispetto alla C39 del finlandese. Il ritmo gara (soprattutto nella seconda parte del GP) è stato molto buono per Raikkonen con le medie, a dimostrazione di come  il finnico riesca sempre ad essere più consistente in gara rispetto alle qualifiche.

Altro motivo d’orgoglio per “Iceman” è stato il fatto di essere giunto davanti ad entrambe le Ferrari di Leclerc e Vettel. Il monegasco con gomme più fresche non è riuscito a passare Raikkonen, grazie ad una buona trazione della monoposto italo-svizzera in uscita dalle curve lente.

https://twitter.com/alfaromeoracing/status/1338171686491983872

 

La seconda Alfa con Antonio Giovinazzi invece non è andata oltre la sedicesima posizione. La gara dell’italiano è stata decisamente sottotono rispetto a quella di Raikkonen. Il pilota pugliese nel corso del GP non ha mai brillato particolarmente nel passo gara, salvo per poi ottenere il settimo giro più veloce di tutta la corsa. Nel finale del GP Giovinazzi ha cercato più volte di superare la Williams di Russell, senza riuscirci.

Ora per l’italiano è già ora di mettersi al lavoro in vista del 2021, ma non solo. Pure la scuderia di Hinwil deve resettare il tutto e concentrarsi in vista della prossima stagione. Il team diretto da Vasseur dovrà lavorare in quelle aree dove la monoposto presente più lacune. Chiaramente dove il regolamento lo consente.

E confidando in una power-unit Ferrari decisamente più potente rispetto a quella vista in questa stagione. Le possibilità di risalire la griglia ci sono per il team Alfa, ora però è tempo di concedersi una vacanza dopo una stagione comunque intensa anche se iniziata solo a luglio.

Prima però ci sarà una giornata di test martedì prossimo sempre sul circuito di Yas Marina per i rookie. Il team Alfa per l’occasione farà esordire il talento di casa FDA Callum Illott. Poi sarà davvero vacanza per tutti.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".